Elezioni 2013: programmi elettorali a confronto

Elezioni 2013: i programmi. La guida ragionata di Blogo

Nell'avvicinamento alle elezioni 2013, spariscono i programmi. No, tranquilli, nessuno li ha trafugati. Il fatto è che spariscono perché sembra che siano meno importanti di tutto il resto. Si parla tanto di campagna elettorale, questo è forse il più grande paradosso della campagna elettorale delle elezioni politiche 2013. Ci si concentra sulle questioni di forma. Per esempio: si può fare il confronto tv? Se sì, chi partecipa? Solo tre? Solo due? Solo sei? Tutti i candidati?

Poi si disserta sulla destra, la sinistra, l'essere oltre, l'essere avanti, il superare i dualismi, l'Italia giusta e quella giustizialista, l'Italia responsabile, quella della società civile, quella che pensa al Nord ma si allea con il grande Sud, quella delle battute e delle sparate, quella dei silenziatori.

Parole, che sommergono con la loro invadenza, la sostanza.

E sicomme qui ci piace la politica, ci piace soffermarci sulla sostanza, e pensiamo che le parole siano importanti ma che siano veicolate solo quelle di nessuna importanza, ecco che abbiamo pensato, su Blogo, di realizzare una guida ragionata ai programmi dei vari schieramenti sulle questioni più varie, secondo le competenze e le inclinazioni dei nostri blogger e dei blog su cui scrivono.

La giustizia

Giustizia. Tante idee diverse sulla giustizia, a seconda delle inclinazioni elettorali: questo è uno dei temi su cui le differenze sono più marcate, probabilmente.

Il Centrosinistra vuole «provvedimenti specifici per contrastare la corruzione e il malaffare, dalla reintroduzione del falso in bilancio, al rafforzamento della normativa sul voto di scambio e sull’incandidabilità, a nuove norme sul conflitto d’interessi, all’introduzione del reato di autoriciclaggio, a maggiore trasparenza negli appalti».

Il Centrodestra insegue quelle che da anni sono le personali ossessioni di Silvio Berlusconi: inappellabilità delle sentenze di assoluzione, norme più liberali e garantiste su intercettazioni e divieto di pubblicazione delle stesse e via dicendo.

Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia punta tutto sulla legalità.

Poche idee in merito sul programma del Movimento 5 Stelle, che comunque fa della legalità un cavallo di battaglia

Tasse e fisco

I partiti promettono tagli alle tasse per più di 150 miliardi di euro. E' ovvio, perché dopo l'anno lacrime e sangue di Monti (che non è mica stato il primo e non sarà nemmeno l'ultimo), il tema tasse, già di per sé molto interessante per il cittadino, è diventato ancor più centrale.

E non è un caso che tutti diano addosso alla tassa mediaticamente più impopolare: l'Imu. Dimenticandosi, però, molto spesso, la clamorosa pressione fiscale che subisce il cittadino e le enormi storture che impediscono allo stesso, per dire, di scaricare dalla propria base imponibile spese di vita quotidiana. Come l'affitto, per dirne una.

Tant'è, è necessario vedere nel dettaglio le proposte dei vari schieramenti. Eccole, su Soldiblog.

Tasse e fisco per il centrodestra di Berlusconi
Tasse e fisco per il centro di Monti
Tasse e fisco per il MoVimento 5 Stelle
Tasse e fisco per il centrosinistra di Bersani
Tasse e fisco per Rivoluzione Civile

Le donne

La questione "di genere" non può prescindere, naturalmente, dalla discussione politica. E così le proposte contro il femminicidio, o contro la violenza sulle donne, dovrebbero essere – almeno sulla carta – al centro del dibattito e dei programmi elettorali. E' così? Il punto su Pinkblog.

Nel nostro blog al femminile, ovviamente, non potevano mancare riferimenti alle politiche per le donne proposte dai vari schieramenti.

Così, ecco quelle del centrosinistra, quelle del centrodestra, quelle del Movimento 5 Stelle, le proposte di Rivoluzione Civile, quelle del centro di Mario Monti.

La questione "di genere" viene messa in campo, con propaganda, anche dal Pdl, con la pubblicazione di un appello al femminile sul Corriere della Sera.

Agenda digitale

Parlare di Italia e agenda digitale fa quasi rabbrividire, in effetti, considerato lo stato dell'arte. Altro argomento da elezioni, naturalmente.

Il Centrosinistra ricorda l'arretratezza sul tema.

Il centrodestra (quello delle tre "i", chi se le ricorda? Internet, inglese, impresa) propone di «ondere capillarmente la banda larga e larghissima» (sic).

L'agenda Monti fa dell'agenda digitale un cavallo di battaglia.

Ma è senza ombra di dubbio il Movimento 5 stelle che punta tutto quanto sul tema: dal "diritto di cittadinanza digitale" alla banda larga, dalla legge sul copyright all'accesso a internet.

Rivoluzione civile parla, genericamente, di “libero accesso a Internet, gratuito per le giovani generazioni e la banda larga diffusa in tutto il Paese”.

Tutti gli approfondimenti sul tema li trovate su Downloadblog.it.

Diritti civili

Nei programmi elettorali e nel dibattito politico ha avuto una certa risonanza anche la questione dei matrimoni per coppie omosessuali e per le adozioni. E non solo. Più in generale, parliamo di diritti civili grazie allo speciale di Queerblog.

Il centrosinistra deve fare i conti con le sue due anime (quella più moderata, che comunque prevede un registro per l'unione delle coppie di fatto, del Pd, e quella più decisa di Sel).

Il centrodestra non propone, sul tema, assolutamente nulla.

Il Movimento 5 Stelle si barcamena sulla dichiarazione – non a programma – di Beppe Grillo, che si è dichiarato a favore dei matrimoni omosessuali.

Mario Monti e il suo centro hanno, naturalmente, posizioni conservatrici. Anche se il tema non compare nell'agenda Monti.

Rivoluzione civile ha espresso posizioni chiare contro l'omofobia e «garantire tutti i diritti umani alle persone Lgbti».

Le politiche per la famiglia e la scuola

Anche la famiglia è (o almeno, dovrebbe essere) al centro delle questioni politiche. Ecco dunque che su Bebeblog abbiamo dedicato alcuni pezzi a riassumere i programmi delle varie coalizioni in merito.

Il Centrosinistra dice: «I servizi per l’infanzia e per la non autosufficienza sono due componenti rilevanti di quella più complessiva rete integrata di servizi alle persone e alle famiglie di cui il paese ha bisogno per attivare relazioni umane e sociali che valorizzino le capacità di ogni cittadino».

Il Centrodestra ci riprova con il bonus bebè e le detrazioni per i figli a carico e le spese di istruzione.

Il Movimento Cinque Stelle punta tutto su questioni legate all'istruzione (fra cui la possibilità di giudicare i docenti da parte degli studenti).

Famiglia al centro, ma soprattutto dal punto di vista degli incentivi per il lavoro e delle politiche sulla scuola, per Antonio Ingroia e Rivoluzione Civile.

Il centro di Mario Monti parla di «Politiche per la famiglia molto avanzate, come accade negli altri Paesi europei, servono anche a contrastare il calo demografico, che è uno dei fattori di impoverimento della società».

Tutti gli approfondimenti li trovate negli appositi pezzi su Bebeblog, seguendo i link.

Elezioni 2013: sanità e salute

Su Benessereblog, la guida alle politiche sulla salute proposte dai vari schieramenti.

Le politiche del centrosinistra vedono la tutela della salute come una priorità.
Le politiche del Centrodestra berlusconiano, al momento, non sembrano particolarmente interessate alla questione-sanità.
Il Movimento Cinque Stelle punta tutto sulla tutela della gratuità delle cure e sull'equità di accesso, e svariate altre questioni a tutela del cittadino: le tematiche sanitarie sono decisamente centrali.
Rivoluzione Civile riassume la propria posizione così: «Vogliamo rafforzare il sistema sanitario pubblico e universale ed un piano per la non-autosufficienza».
Infine, il centro(destra) di Mario Monti parla di sanità con il linguaggio fumoso dell'Agenda Monti

Elezioni 2013: Le politiche ambientali

Su Ecoblog, ecco la nostra breve guida alle politiche ambientali. Eccone un brevissimo estratto, con i relativi rimandi ai pezzi di Ecoblog.

Le politiche ambientali del Centrosinistra. Sviluppo sostenibile e Beni comuni, due delle parole chiave della Coalizione.
Nel programma del centrodestra, l'ambiente viene definito prioritario.
Il sito dell'agenda Monti, al momento della pubblicazione non aveva voci significative su Ambiente, energia e sviluppo. Ambiente connesso al turismo, agricoltura all'artigianato.
Il Movimento Cinque Stelle ha fatto dell'ambiente un cavallo di battaglia.
Rivoluzione civile parla esplicitamente di archiviazione della Tav Torino Lione.

Alberto Puliafito
Direttore responsabile di Blogo.it
@albertopi

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 253 voti.  
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO