Elezioni 2013: Chi sono gli elettori di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle


E' da parecchio tempo ormai che gli analisti si scervellano per riuscire a inquadrare la tendenza politica di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle. Di sinistra o post-ideologico? Votato da operai o dall'esercito di partite Iva? Un movimento di soli giovani o che pesca anche tra altre classi di età? Per una volta e finalmente, mettendo in secondo piano l'importanza dell'aspetto di internet, del web, della rete e cercando di fare un ritratto di chi voterà M5S nelle elezioni politiche 2013.

E quindi, lo studio condotto da Il Mulino dimostra come il noccio duro del M5S sia costituito da studenti, operai e disoccupati. Una base fondamentalmente di sinistra, ma che in Italia non trova una rappresentanza istituzionale classica, vista la mancanza di partiti sulla scorta dei Verdi francesi o tedeschi o movimenti che mettono al loro centro anche i diritti dei consumatori, un po' alla Ralph Nader. Orfani di modelli di questo tipo, la sinistra libertaria si è riversata su Grillo. O almeno così sembra, visto che su 100 persone intenzionate a votare Grillo 46 provengono dal centrosinistra, ma 40 dal centrodestra.

Chi sono gli altri? Probabilmente un ruolo lo gioca l'esercito delle nuove partite Iva: giovani professionisti privi di tutele che si sentono trascurati dalla sinistra e non rappresentati dal sindacato. Anche per questo Grillo si getta all'attacco dei sindacati salvo fare retromarcia per salvare dal gruppo la Fiom e i sindacati minori. Gli interessano i lavoratori della new economy e la classe operaia, mentre va molto meno forte tra i dipendenti pubblici, i pensionati e le casalinghe.

Veniamo alle classi di età: il cuore del M5S è giovane, ma non così giovane come si potrebbe pensare. La percentuale maggiore dell'elettorato è infatti composto dai 35-44enni - che superano anche le classi dei giovanissimi e dei trentenni - mentre la quota scende decisamente tra chi ha superato i 64 anni. Quindi giovani, dal lavoro incerto e dal tasso di istruzione più elevato della media: i laureati sono 23,7% dei simpatizzanti (circa il doppio della media nazionale). Ecco tutti i dati:

Per età:

18-24 anni: 24,1%
25-34 anni: 29,2%
35-44 anni: 31%
45-54 anni: 24,3%
55-64 anni: 16,8%
oltre i 64 anni: 6,5%

Per occupazione:

Disoccupati: 26,8%
Pensionati: 9,6%
Casalinghe: 14,1%
Studenti: 25,3%
Operai: 29,5%
Dipendenti pubblici: 24,3%
Dipendenti privati: 28,5%
Autonomi, liberi professionisti: 27,4%

Tipo di contratto di lavoro:

Non occupati: 15,5%
Autonomi, liberi professionisti: 27,4%
Tempo indeterminato: 28,4%
Precariato: 27%

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO