Beppe Grillo su Benedetto XVI: «Papa nero, come Obama»

Beppe Grillo

sulle dimissioni di Benedetto XVI commenta da Rovigo, dove si trova per il suo Tsunami Tour, in piena campagna elettorale in vista dell'appuntamento del 24 e 25 febbraio.

«Il Papa ha dato le dimissioni, non era mai successo».

In realtà era successo, come ricordavamo, ma mai più dal 1415 a oggi.

Poi, infatti, Grillo ricorda Celestino V (il caso più famoso) e commenta la situazione attuale della Chiesa Cattolica:

«Forse la Chiesa si è accorta che è fuori tempo e deve comunicare, forse siamo a una svolta anche lì. Solo Celestino V lo aveva fatto».

Infine, l'auspicio che fa battere le agenzie:

«Le Chiese sono vuote, magari ci fosse un Papa nero».


Insomma, per il leader del Movimento 5 Stelle, le dimissioni di Benedetto XVI sarebbero non solo un segnale della crisi della Chiesa cattolica, ma anche una possibilità per un cambiamento, che migliori le cose.

«Come è successo per il presidente degli Stati Uniti»

ha aggiunto Grillo.

Certo, che il cambiamento passi per forza di cose dal colore della pelle, o che, allo stesso modo, il colore della pelle possa essere una condizione sufficiente per il cambiamento, è tutto da dimostrare.

Ma è ovvio che in campagna elettorale vada bene anche questo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 188 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO