Mario Monti a Porta a Porta: "Mai avuta la benedizione di Angela Merkel per un governo con il Partito Democratico"

01:30 fine trasmissione.

01:29 Monti: "La priorità italiana sono i giovani. Non possiamo permettere che i giovani abbiamo alternative come l'emigrazione o la criminalità. Servono riforme strutturali. Ci vorrà del tempo".

01:23 Monti: "Riguardo il Quirinale, preferirei che Napolitano continuasse". Belpietro: "Lei ha fatto una legge sull'anagrafe patrimoniale dei parlamentari, come mai sul suo sito, non ci sono le dichiarazioni che la riguardano?". Monti: "Controllerò domani".

01:21 Monti: "Un governo Bersani-Monti è desiderabile? Dipende dalle allenze di Bersani. Caduta di stile di Schulz che ha detto di non votare Berlusconi? Potrebbe giovare a Berlusconi".

01:18 Monti risponde a Gomez: "Ho dato un segnale al paese il 4 dicembre presentando il SalvaItalia e rinunciando al mio stipendio. Io voglio proporre un disegno di legge affinché venga tagliato per tutti il rimborso per i partiti. I nostri parlamentari con attività in conflitto d'interessi hanno sottoscritto un blind trust".

01:15 Monti risponde a Franco: "Non c'è un patto con il PD. C'è la convinzione da parte mia che la coalizione di sinistra abbia molti problemi in fatto di riforme. Io ero visto come usurpatore dal PdL e come salvatore dal PD".

01:12 Monti: "I condoni non hanno questa virtù salvifica. Noi abbiamo resistito a questa tentazione".

01:10 Monti sulla promessa di Berlusconi di rimborsare ed eliminare l'Imu: "Non ho usato la parola imbroglio. Non mi piace dare l'idea che lo stato si debba scusare solo perché esiste e perché ha dei costi. Il negoziato con la Svizzera sarà molto difficile. Il governo tedesco non l'ha rettificato. Non ci sarà un gettito di 4 miliardi all'anno".

01:08 Monti sull'Imu: "Ci sarà un aumento delle detrazioni da 200 a 400 euro nel 2013. Introdurremo 100 euro di detrazioni per anziani soli e disabilità. Costerà 2,5 miliardi di euro".

01:02 Monti: "Bondi ha lavorato per il governo come commissario per i tagli della spesa pubblica. Bondi ha chiesto di smettere e io gli ho chiesto di lavorare per il partito. Non c'è stato nessun danno per lo Stato". Ultimo intervento di Gianluigi Buffon: "Monti ha avuto la forza di respingere la candidatura alle Olimpiadi. Questo tipo di decisione viene presa soltanto da persone equilibrate e in gamba".

00:57 Monti: "Siamo d'accordo che a livello europeo bisogna spingere sulla crescita. Io non avrei sottoscritto il Fiscal Compact che Berlusconi ha sottoscritto. Io ci ho provato a non aumentare le tasse. Io ho diminuito la spesa".

00:55 Monti risponde a Belpietro: "A luglio e agosto 2011, il governo Berlusconi adottò misure che non furono giudicate credibili. L'attuale governo ha ereditato impegni precisi. Nessun paese è mai uscito da una grave situazione finanziaria senza dare un colpo negativo alle attività produttive. Il problema dell'Italia era una crisi finanziaria che ci poteva portare al default o a chiedere prestiti di salvataggio".

00:50 Monti su Bersani: "Ho un rapporto comunque civile con lui. Per il bene dell'Italia, ci vuole la governabilità. Non credo che un governo di sola sinistra sarebbe all'altezza di fare riforme che bisogna fare per risolvere i problemi del paese".

00:40 Parte un servizio dedicato ai cambiamenti di Mario Monti, da quando era premier fino ad oggi. Dopo il servizio, entra il maggiordomo con il loden. Monti: "Non capisco perché questo capo di abbigliamento sia sinonimo di salotti. Sono poco informato". Vespa: "E' elegante e sobrio". Monti indossa il loden e dice: "Per Bersani, un loden a pelle di giaguaro".

00:33 entra Peter Gomez de Il Fatto Quotidiano. Mario Monti risponde: "Noi siamo usciti da un'emergenza finanziaria ma non siamo usciti da un'emergenza economica e sociale. La situazione è cambiata. Non dobbiamo continuare a chiedere sacrifici fiscali. C'è una via intermedia". In collegamento c'è Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della Nazionale Italiana, sostenitore di Mario Monti: "Con Monti non ci conosciamo di persona ma c'è un rapporto di stima. Monti è una persona educata, preparata e raziocinante. Sono felice che ci rappresenta e lo fa con grande dignità".

00:27 Monti: "Le offerte politiche nuove sono Grillo e la nostra Scelta Civile. Le cose che stanno a cuore agli elettori di Grillo sono il rinnovamento del sistema politico e l'onestà. Queste sono cose nelle quali noi abbiamo cominciato già ad operare".

00:25 entra Massimo Franco de Il Corriere della Sera. Monti risponde: "La mia immagine di uomo super partes si è attenuata. Io ero affezionato a questa immagine. Ma dopo aver chiesto tanti sacrifici ai cittadini, dovevo far sì che questi sacrifici non venissero buttati al vento. Io sono a disagio in questa campagna elettorale ma posso giovare agli italiani meglio degli altri".

00:22 Monti: "Nessuno mi ha mai questo l'assicurazione di non entrare mai in politica". Entra Maurizio Belpietro di Libero. Mario Monti risponde: "Berlusconi elogiò il compito del governo tecnico. Se un'economia è in declino da 15 anni e si trova in una situazione finanziariamente critica, pensare che si possa rimediare a questa situazione e generare crescita nel giro di un anno è una cosa assurda. Non sono a disagio a parlare di crescita. Abbiamo pensato a riforme che genereranno la crescita del Pil. In un'economia disastrata, con la crisi che veniva negata, ci vuole tenacia per cambiare le basi di quest'economia. Il lavoro è iniziato, si è lavorato per la crescita. Nei prossimi 5 anni, partendo da un bilancio sano, si possono fare cose che non potevano essere fatte prima".

00:13 Monti: "Da varie testimonianze, mi è stato detto che Berlusconi aveva parlato con i suoi, dicendo loro "Vado a dire a Monti che gli tolgo la fiducia" e invece mi ha fatto questa proposta. Poi il giorno dopo, Berlusconi disse che il governo tecnico aveva fatto molto. Poi ci fu la sentenza e la mia conferenza stampa".

00:10 Monti: "Berlusconi mi ha chiesto di essere il federatore dei moderati. Io gli dissi che apprezzavo la cosa ma che io avrei cercato di raggruppare quelli più propensi alle riforme. Un centro allargato più un PDL senza alcuni soggetti guidato da Alfano più il PD riformatore guidato da Enrico Letta".

00:03 Monti: "La Merkel non si intromette nella politica italiana. Perché i moderati dovrebbero votare per qualcuno che non ha niente di moderato? Allora Berlusconi mette in giro la leggenda che noi collaboreremo col PD, con la benedizione della Merkel. Questo è falso".

00:00 Monti: "Io credo che tanti elettori moderati che secondo me dovrebbero votare per noi, continuano a pensare a cosa possa avere Berlusconi di moderato. Tutti sono contenti del rimborso dell'Imu ma con questa svendita dello Stato tra un anno chiameranno un altro professore".

23:54 Monti: "Privatizzazioni e cessioni di imprese e immobili per 130 miliardi in 5 anni. Noi programmiamo cessioni per 30 miliardi a partire da azioni di Bancoposta e vendite immobiliari. La morale è che chi non privatizza, avrà meno risorse. Non è vero che lo stato italiano non è governabile, nella mia esperienza di governo, gli italiani hanno domanda di governo, è stata carente l'offerta".

23:52 Monti: "Tutti possono scrivere un bel programma. Questo sistema bipolare ci ha dato tante speranze ma ha sprecato le energie migliori e poche energie sono rimaste per risolvere i problemi. Noi vogliamo estrarre dai due poli, le energie riformatrici. Quando è servito fare riforme dure, hanno dovuto chiamare i tecnici".

23:49 Monti: "Ridurremo la spesa pubblica fino al 4% rispetto al PIL. Taglieremo nei servizi generali. La metà del taglio può venire dall'acquisto di beni per la pubblica amministrazione a prezzi moderati, un quarto dai risparmi per la sanità".

23:47 Monti: "Noi proponiamo un rafforzamento della Legge Sabatini per rilanciare l'ammodernamento del sistema produttivo. Allunghiamo fino a fine 2014-15, i tempi delle deduzioni fiscali relativi alle ristrutturazioni. Vogliamo rendere strutturali gli incentivi per l'edilizia per il risparmio energetico. Inoltre, ridurre del 30% le componenti parafiscali della bolletta energetica".

23:43 Monti sull'Irap: "L'Irap sulle imprese, nei primi 100 giorni di governo, sarà ridotto drasticamente. Per l'Italia, abbiamo lanciato l'Industrial Compact: abbiamo annunciato questo pacchetto che ha misure specifiche tra le quali per diminuire il costo del lavoro, una drastica riduzione dell'Irap per le imprese medio piccole, dando priorità alle imprese del mezzogiorno. Gli effetti saranno consistenti dal 2014".

23:39 Monti sul taglio dell'Irpef: "Le aliquote più basse verranno ridotte di 3 punti per un costo complessivo di 15 miliardi. Per l'Irpef, vogliamo arrivare nei cinque anni ad una riduzione progressiva, tra il rapporto del gettito fiscale e il Pil, del 2%".

23:35 Monti: "Io sono stato invitato a diventare premier quando la situazione finanziaria in Italia era precaria con Berlusconi che aveva preso una serie di impegni severi con l'Europa. Io ho adempiuto a obblighi che il predecessore aveva preso. Riguardo le tasse, abbiamo dovuto fare un'operazione severa. Abbiamo anticipato l'Imu già stabilita dal governo Berlusconi. Oggi, la situazione è che l'Italia ha eseguito gli impegni presi da Berlusconi con il bilancio in pareggio. Io non continuerò questa cura da cavallo. Sarebbe irresponsabile. Sulla base di una credibilità riconosciuta dai mercati internazionale, garantiremo una graduale riduzione delle tasse e una riduzione della spesa".

23:29 inizio trasmissione. Bruno Vespa entra in studio. Monti sulla campagna elettorale: "E' stata un'esperienza umana molto interessante. E' un peccato che non ci sia stato un confronto diretto tra i candidati".

Dopo la puntata con Pierluigi Bersani, candidato premier per il centrosinistra, e dopo l'intervista di ieri sera a Silvio Berlusconi, leader del centrodestra, Porta a Porta concluderà l'ultimo giro di appuntamenti con i principali candidati alle prossime elezioni politiche, ospitando Mario Monti, leader della coalizione di centro con la lista Scelta Civica - Con Monti per l'Italia.

La puntata di Porta a Porta di stasera avrà inizio alle ore 23:30 e andrà in onda, come consuetudine, su Rai 1. Polisblog seguirà interamente l'intervista a Mario Monti, riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni. Appuntamento a questa sera.

Foto | © Getty Images

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO