Elezioni 2013: paese senza Governo

4.40: ecco i risultati definitivi al Senato e i risultati definitivi alla Camera. In entrambi il Centrosinistra prevale: la leggerissima vittoria alla Camera, che per il Pdl non è da convalidare fino alla vidimazione dei verbali da parte della Corte d'Appello, garantisce il premio di maggioranza di 340 seggi; il Senato vede la coalizione di Bersani con un'inutile maggioranza relativa. Si conferma il grande successo del Movimento Cinque Stelle.

Il paese, dunque, non avrà un governo stabile.

Vediamo infine, per chiudere questa lunga maratona elettorale, l'analisi dei vari protagonisti:

Berlusconi, risorto
Bersani, sconfitto (e dimissionario?)
Grillo, vincente
Ingroia, perdente
Monti, flop
Giannino, incommentabile

Infine:

Chi ha vinto davvero le elezioni 2013?
Chi ha perso? Il crollo del Pd e del Pdl che lasciano per strada 10 milioni di voti

Le urne ci restituiscono uno scenario assolutamente inedito, forse prevedibile ma non in questi termini.

00.45: clamoroso! Angelino Alfano chiede il too close to call. Ovvero, per chiarire ai non addetti ai lavori: visto che il margine di vittoria alla Camera per il Centrosinistra è molto ridotti, Alfano e il Pdl chiedono che i dati non vengano ufficializzati in attesa di formalizzazione da parte della Corte d'Appello.

00.41: la Camera è al Centrosinistra.

23.37: breaking. In Piemonte, il Senato passa al Centrosinistra nei dati reali.

22.10: Enrico Letta reclama la vittoria al Senato per il Centrosinistra (numericamente, come voti), e presume che il Centrosinistra sia in testa anche alla Camera, pur sapendo di non aver affatto la possibilità di governare. E sostiene:

«Chi vince alla Camera dovrà fare proposte al Capo dello Stato. Tornare al voto subito non pare una soluzione»

Anche perché ci sarebbe una questione da risolvere. La legge elettorale.

20.43: comunque vada, Bersani è sconfitto.

20.06: analisi del voto. Primo verdetto: Monti è flop.

USA

19.24: dal Dipartimento di Stato U.S.A. fanno sapere che gli Stati Uniti «seguono con interesse» l'esito del voto in Italia.

19.03: nuove proiezioni Tecné. Senato senza maggioranza.

18.46: Enrico Letta: «Se le cose stanno così, nuova legge elettorale e poi voto»

Dati reali

Vediamo un po' di dati reali quando siamo a 24.357 Sezioni pervenute su 60.431 Sezioni totali. Ricordiamo comunque, che le proiezioni raccontano una realtà molto diversa.

CENTROSINISTRA 3.815.550Voti, 33,22%

PARTITO DEMOCRATICO 3.344.104 29,11
SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA' 339.460 2,95
CENTRO DEMOCRATICO 58.035 0,50
IL MEGAFONO - LISTA CROCETTA 54.693 0,47
PARTITO SOCIALISTA ITALIANO 14.378 0,12
MODERATI 4.880 0,04


CENTRODESTRA 3.303.354 voti 28,76%

IL POPOLO DELLA LIBERTA' 2.437.248 21,22
LEGA NORD 438.474 3,81
FRATELLI D'ITALIA 211.639 1,84
LA DESTRA 72.280 0,62
PARTITO PENSIONATI 39.031 0,33
GRANDE SUD 37.128 0,32
MIR - MODERATI IN RIVOLUZIONE 26.906 0,23
MPA - PARTITO DEI SICILIANI 18.243 0,15
CANTIERE POPOLARE 8.854 0,07
INTESA POPOLARE 7.157 0,06
BASTA TASSE 4.163 0,03
LIBERI PER UNA ITALIA EQUA 2.231 0,01

MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 2.769.942 voti 24,11%

CON MONTI PER L'ITALIA 1.062.106 voti 9,24%

Proiezioni e commenti

17.54: è sempre molto interessante osservare come si sovrappongono, nell'immaginario di chi segue i risultati di uno spoglio, i dati reali che si leggono sul sito del Ministero e quelli delle proiezioni (per tacer degli exit poll, ovviamente, che quest'anno, ancora una volta, hanno semplicemente sbagliato tutto).

17.46: quarta proiezione al Senato. Il Centrodestra è al 31,6%, il Centrosinistra al 29,2%.

Fra i partiti, il Pd prenderebbe il 25,1%, il M5S il 24,7%, il Pdl il 23,2%. Impossibile anticipare qualsiasi tipo di composizione dei seggi.

Notiamo, infatti, che qualsiasi tipo di riferimento alla Camera, dopo la debacle degli exit poll, è sparito dagli speciali.

17.40: Daniele Capezzone: «Abbiamo scelto di non commentare queste proiezioni per noi ultra positive, come non abbiamo commentato le proiezioni pr noi negative. Comunque sia è un vero miracolo compiuto da Silvio Berlusconi che ha raddoppiato i voti previsti all'inizio».

17.32: su Sky Ignazio La Russa gongola: «E' come nel '94».

17.31: ancora Fassina: «Si potrebbe tornare presto al voto»

17.29: Stefano Fassina: «Se le proiezioni fossero confermate, sarebbe un problema. Il Pdl e Berlusconi hanno già portato l'Italia verso il baratro. Sarebbe un disastro se non ci fosse un governo di centrosinistra».

17.09: il Ministro Annamaria Cancellieri è in conferenza stampa, ma frena qualsiasi domanda.

«Farò solo valutazioni di ordine tecnico»

17.00: la terza proiezione SKY TG24 al Senato dà il M5S al 24,9%, il Pd al 24,5%, il Pdl al 23,4%. Il Centrodestra avanti al 31,9%, il Centrosinistra al 28,7%.

16.49: la seconda proiezione di Piepoli e quella di Tecné confermano. Centrodestra avanti al Senato.

16.21: clamoroso. Le proiezioni al Senato di Piepoli cambiano lo scenario offerto dagli instant poll di Sky e Rai. Il Centrodestra sarebbe avanti. Il Movimento Cinque Stelle primo partito. Lo scenario sarebbe a dir poco clamoroso.

15.49: dopo gli instant poll, Mediaset +10% in Borsa

15.25: Beppe Grillo twitta: «L'onestà andrà di moda»

Elezioni 2013 - Risultati Senato - Generale

Elezioni 2013 - Risultati Senato

Elezioni 2013 - Risultati Senato - Generale
Elezioni 2013 - Risultati Senato
Elezioni 2013 - Risultati Senato
Elezioni 2013 - Risultati Senato

15.21: troppo presto per fare previsioni sul Senato, anche se il Centrosinistra è avanti.

15.06: la Borsa vola a +3,04% dopo gli Instant poll. Ma è il caso di aspettare un minimo a commentare i risultati che, lo ricordiamo, sono ancora soggetti a margine d'errore.

15.02: secondo gli instant poll di SKY, il Centrosinistra è avanti sia alla Camera sia al Senato. Troppo presto per dire cosa accadrà davvero e azzardare ipotesi di Governo.

15.00: SKY sta per rivelare i suoi instant poll.

14.45: ci siamo. Fra un quarto d'ora arriveranno i primi risultati in diretta. Sarà un lungo pomeriggio, che seguiremo live qui su Polisblog, insieme a voi.

25 febbraio 2013, ore 7.00: i seggi riaprono in tutta Italia. Ricordiamo come si vota alla Camera e al Senato e come si vota alle elezioni regionali di Lombardia, Lazio e Molise.

Dopo la polemica di ieri sulle matite copiative, giova ricordare che non è necessario "umettarle" per votare, e che è assolutamente vietato votare con penne, biro, pennarelli o altro che ci si porta da casa: il voto va espresso con le matite copiative che vengono consegnate all'elettore dai membri del seggio.

ECCO IL RESOCONTO DELLA GIORNATA ALLE URNE DEL 24 FEBBRAIO 2013

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO