Silvio Berlusconi a Pomeriggio Cinque: "I moderati non devono credere a Grillo, il voto a Monti è doppiamente sprecato"

Anche Pomeriggio Cinque, il contenitore pomeridiano di Canale 5 condotto da Barbara D'Urso, ha concluso il giro di interviste finali ai tre leader delle principali coalizioni che si presenteranno alle prossime elezioni politiche.

Oggi è stato il turno di Silvio Berlusconi, leader de Il Popolo della Libertà e della coalizione di centrodestra, intervistato dalla conduttrice, in collegamento video. Il primo argomento è stato, ovviamente, il rimborso dell'Imu e la famosa lettera che ha fatto molto discutere in questi giorni:

Questa proposta ha un perché: nell'ultimo anno, con la politica del governo Monti, si è rotto il rapporto tra Stato e cittadini. I cittadini, con Equitalia, hanno trovato rappresentanti di uno stato ostile e nemico. Inoltre, c'è stata l'imposta ingiusta sulla casa. Bisogna eliminare l'Imu ma anche restituire quella che i cittadini hanno già pagato. E' una decisione di cui siamo orgogliosi.

Berlusconi ha ribadito dove verranno trovati i soldi:

I fondi saranno ricavati da piccoli aggiustamenti di imposta su prodotti che fanno male, come scommesse e alcol. Prenderemo questi soldi anche da un accordo in base al quale la Svizzera imporrà una tassa sui capitali italiani depositati nel loro paese. Per la restituzione nell'immediato, ci sono i conti della cassa depositi e prestiti. Il tesoro invierà una lettera ad ogni cittadino che ha pagato l'imposta. Capendo che era una cosa concreta e reale, mi sono venuti tutti addosso: Bersani ha detto che sono un imbroglione. Con questa lettera, ho dato un modello: se dovessi vincere le elezioni e non deliberassi la restituzione dell'Imu, ogni cittadino potrà rivolgersi ad un giudice e chiedermi personalmente il rimborso.

Il leader del centrodestra ha anche ricordato le modifiche che vuole attuare all'interno di Equitalia:

In Equitalia, bisogna cambiare il modus operandi: la prima casa e i macchinari non potranno essere pignorati, via le sanzioni e gli aggi di notifica con il cittadino che deve avere il diritto di fare una causa fiscale dopo un accertamento sbagliato del Redditometro.

Riguardo Beppe Grillo, Silvio Berlusconi ha dichiarato nuovamente che dietro al Movimento Cinque Stelle, in realtà, si nasconde un partito con candidati di estrema sinistra:

Grillo è un pericolo per il nostro paese e ha approfittato della giusta delusione dei moderati che ce l'hanno anche con noi. I moderati che voteranno Grillo toglieranno il voto a noi e lo daranno alla sinistra. Grillo non manderà a casa nessuno. Nella scatola chiusa di Grillo, ci sono candidati che vengono dall'estremissima sinistra, dai Black Block ai No Tav. Quando saranno eletti, andranno d'accordo con la sinistra. In Sicilia, il M5S è passato tutto con Crocetta. I moderati non devono cascarci.

Anche il voto a Mario Monti, secondo Berlusconi, è a favore della sinistra:

Anche il voto a Monti è a favore del PD. C'è la grande probabilità che il centro resti fuori dal parlamento, il voto a Monti, quindi, sarebbe doppiamente sprecato.

Questo è l'appello finale di Berlusconi:

L'interesse dei cittadini è votare con noi che vogliamo diminuire le tasse. Bersani e Monti vogliono aumentarle e hanno l'amore per il potere. La politica della sinistra è dettata da un'invidia nei confronti di chi si è costruito una situazione di benessere. I comunisti pensano che lo Stato deve avere i cittadini al suo servizio. Noi liberali pensiamo il contrario.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 157 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO