Elezioni 2013 | Risultati | Centrosinistra avanti, M5S primo partito, nessun Governo

Montecitorio parlamento Camera4.40

: riepiloghiamo anche qui.

Come annunciato, il Centrosinistra ha la maggioranza alla Camera (clicca per vedere i risultati definitivi).
Sempre il Centrosinistra ha una risicatissima e inutile maggioranza relativa al Senato (clicca per vedere i risultati definitivi), che non serve a nulla ai fini del Governo. Questo è il verdetto definitivo delle elezioni 2013.

00.40: il Centrosinistra ha la maggioranza alla Camera.

23.41: è testa a testa alla Camera. Il Movimento Cinque Stelle è il primo partito per lo 0,06%.

23:06 - Sorpasso ufficiale al Senato per il centrosinistra: questa la nuova composizione.

22:50 - 29,75% per il centrosinistra alla Camera contro il 28,96 del centrodestra. Per quanto riguarda il Senato c'è stato il sorpasso del centrosinistra in Piemonte che vi avevamo preannunciato.

22.00 - Situazione ancora in bilico sia alla Camera dei Deputati che al Senato. Quando sono state scrutinate 51.555 sezioni su 61.446 per la Camera dei Deputati, il centrosinistra è avanti con il 30.03%, a seguire il centrodestra con il 28.75% ed il Movimento 5 Stelle con il 25,40%. A meno di clamorose sorprese, il premio di maggioranza alla Camera dovrebbe spettare alla coalizione Pd+Sel.

Situazione più complessa invece al Senato. In questo momento centrosinistra e centrodestra stanno vincendo in 9 regioni a testa con 122 seggi per i berlusconiani, 121 per Pd e compagni, 56 per i grillini e 9 per i montiani (Fonte: Sky). Tutti sarebbero molto lontani dalla soglia dei 158 senatori indispensabili per poter governare, anche se il Pd sembra lanciato verso il sorpasso in Piemonte che gli regalerebbe la 'maggioranza relativa', per usare le parole di Angelino Alfano.

18.31 - Ecco le nuove proiezioni della Rai, siamo alla quinta dall'inizio dello spoglio, sul Senato e per la prima volta vengono azzardati numeri l'assegnazione dei seggi. La situazione sarebbe di stallo, ingovernabilità assoluta. Rispetto ai 158 senatori necessari per una maggioranza ci troveremmo di fronte a questa situazione:

CENTRODESTRA 121
CENTROSINISTRA 96
M5S 65
SCELTA CIVICA - MONTI 19

Sono esclusi i seggi per la circoscrizioni estero, ovviamente non influenti per determinare una maggioranza.

La nuova proiezione rimette in "parità" i voti totali al Senato, come sappiamo non decisivi per la distruzione dei seggi che vengono assegnati su base regionale.

CENTROSINISTRA 30,7%
CENTRODESTRA 30,7%
MOVIMENTO CINQUE STELLE 24,5%
SCELTA CIVICA - MONTI 9,5%
RIVOLUZIONE CIVILE 1,8%
ALTRI 2,8%

18.03 - Interessantissime proiezioni sulle singole regioni al Senato. Con una copertura variabile, ma decisamente "avanzata" e attendibile vengono fuori risultati sorprendenti e favorevoli al Centrodestra guidato da Silvio Berlusconi.

Il centrodestra prende il Friuli Venezia Giulia, ma anche il Piemonte, la Puglia del governatore Nichi Vendola. Il centrosinistra si consola con regioni scontate, le Marche, la Sardegna. Si profila una sconfitta pesantissima per il PD e SEL.

17.35 - Ecco la quarta proiezione Senato di Sky, Campione 63%, la possibilità di errore si riduce ulteriormente. Ancora una volta non si parla dei risultati di singole regioni, determinanti per capire come sarà composto il senato, ma la tendenza è chiara.

CENTRODESTRA 31,6%
CENTROSINISTRA 29,2%
MOVIMENTO CINQUE STELLE 24,7%
SCELTA CIVICA - MONTI 8,6%
LEGA NORD 4,5%
FARE 0,9%
ALTRI 3,2%

Ecco i principali partiti:

PD 25,1%
M5S 24,7%
PDL 23,2%
SCELTA CIVICA - MONTI 8,6%
LEGA NORD 4,6%
SEL 3,0%
FRATELLI D'ITALIA 1,9%
RIVOLUZIONE CIVILE 1,7%

17.08 - Facciamo il punto. Le prime proiezioni al Senato hanno spazzato via gli Instant Poll. Ricordiamolo, alle 15.00 tutti gli "exit" davano il Centrosinistra in netto vantaggio alla Camera e avanti al Senato con la Lombardia in bilico. Si parlava già di maggioranza possibile in entrambi i rami del Parlamento per Bersani, ma ora cambia tutto.

Nessun media si sbilancia più dopo la figuraccia iniziale, i numeri delle proiezioni sono inattesi al punto da non consentire una stima sulla distribuzione dei seggi.

E la Camera? Sono prudenzialmente spariti tutti i numeri, lo scrutinio per Montecitorio inizierà solo una volta terminato lo spoglio del Senato, ma certo è che lo scostamento fra Instant delle 15.00 e Proiezioni delle 17.00 è talmente radicale che non lascia spazio a previsioni credibili.

17.04 - La terza proiezione Senato di Sky è eloquente.

CENTRODESTRA 31,9%
CENTROSINISTRA 28,7%
MOVIMENTO 5 STELLE 24,9%
SCELTA CIVICA - MONTI 8,4%
RIVOLUZIONE CIVILE 1,9%
FARE 0,9%
ALTRI 3,3%

Principali partiti:

M5S 24,9%
PD 24,5%
PDL 23,4%
SCELTA CIVICA MONTI 8,4%
LEGA NORD 4,6%
SEL 3,1%
RIVOLUZIONE CIVILE 1,9%

16.42 - Ecco la seconda Proiezione al Senato della Rai, nel dettagli per le coalizioni. Confermati i dati che vedono il Centrodestra di Silvio Berlusconi in vantaggio. Si tratta di cifre che hanno mandato "in panico" gli istituti di rilevazione. Le cifre della composizione del futuro Senato della Repubblica sono sparite dai radar, con questi numeri è però evidente che nessuno avrà la maggioranza per governare.

Le Proiezioni al Senato




16.35 - SECONDA PROIEZIONE SKY SENATO! CAMPIONE 21%, DATI CONFERMATI! CENTRODESTRA IN VANTAGGIO!!!

PDL - Lega - Altri 31,7% (PDL 23,1%)
PD - SEL - Altri 29% (PD al 24,8%)
Movimento Cinque Stelle 25,1%
Scelta Civica Monti 8,5%
Rivoluzione Civile 1,9%
FARE 0,8%
Altri 2,9%

16.29 - ANCHE SKY CONFERMA! Le prime proiezione al Senato danno in vantaggio il centrodestra.

Ecco i dati di Sky.

PDL - Lega - Altri 31%
PD - SEL - Altri 29,7%
Movimento 5 Stelle 26%
Scelta Civica Monti 8,2%
Rivoluzione Civile 1,9%
FARE 0,7%
Altri 2,6%

16.31 - Ecco il dettaglio delle proiezioni Rai.

16.25 - I dati forniti alla Rai da Piepoli sono davvero clamorosi e in contrasto netto con quanto affermato sia negli Instant Poll dello stesso Piepoli che in quelli di Sky elaborati da Tecné. Si ribaltano tutte le proporzioni fra i partiti, impressiona il dato del Centrodestra che sommando PDL - Lega e Altri arriverebbe al 31%.

Piepoli ha parlato di un errore dell'1%.

CENTRODESTRA 31%
CENTROSINISTRA 29,5%
MOVIMENTO CINQUE STELLE 25,1%
MONTI - SCELTA CIVICA 9,6%
RIVOLUZIONE CIVILE 1,8%
ALTRI 2,8%

16.20 - CLAMOROSO RIBALTONE! Le prime proiezioni al Senato elaborate dall'Istituto Piepoli per la Rai (campione 13%) attribuiscono la maggioranza a Palazzo Madama al Centrodestra di Silvio Berlusconi insieme alla Lega Nord. Primo partito sarebbe, di un soffio, il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo con il 25,1%.

15.15 - Dando per scontata la vittoria della coalizione di centrosinistra alla Camera la partita si giocherà al Senato per capire se c'è la governabilità al Senato. Qui potete trovare la diretta dei risultati per Palazzo Madama, ma si conferma la Lombardia la "regione chiave". Secondo gli Istant Poll di Sky c'è uno 0,1% di scostamento fra i due schieramenti.

Si balla fra i 163 senatori (169 con quelli assegnati in Trentino con sistema maggioritario uninominale) per il Centrosinistra e i 156 (meno della maggioranza fissata a 158) a seconda che Bersani vinca in Lombardia o meno.

15.08 - EXIT POLL RAI - PIEPOLI. SENATO.

Differenza sostanziale rispetto a Sky, secondo la Rai il Movimento Cinque Stelle al Senato "terrebbe" nonostante la diversa composizione dell'elettorato.

15.05 - EXIT POLL RAI - PIEPOLI. CAMERA.

Dati simili anche la Rai con il centrosinistra composto da PD e Sel + Altri che si assicurerebbe la maggioranza alla Camera (e non è una novità) così come al Senato. Negli Exit poll della Rai la forchetta, il margine d'errore, è indicato.

15.02 - INSTANT POLL SKY - TECNE' SENATO. CENTROSINISTRA AVANTI. Margine errore +/- 2,5%.

CENTROSINISTRA - Pd.Sel-Altri 37%
CENTRODESTRA - Pdl Lega 31%
MOVIMENTO CINQUE STELLE 16,5%
MONTI - SCELTA CIVICA 9,0%
RIVOLUZIONE CIVILE - Ingroia 3,0%

15.01 - INSTANT POLL SKY - TECNE' CAMERA. CENTROSINISTRA AVANTI.

CENTROSINISTRA - Pd. Sel e Altri 34,5%
CENTRODESTRA - Pdl Lega 29%
MOVIMENTO CINQUE STELLE 19%
MONTI - SCELTA CIVICA 9,5%
RIVOLUZIONE CIVILE - Ingroia 3,5%

14.45: fra quindici minuti comincerà il turbine di numeri che si susseguirà per tutta la giornata.

Exit poll, Instant poll, Intention poll, da Rai e Sky, arriveranno velocemente. Molto velocemente.

Poi ci saranno le proiezioni e, contemporaneamente, i primi risultati reali. Contemporaneamente, sarà possibile valutare l'affluenza.

Elezioni 2013
Elezioni 2013

Elezioni 2013
Elezioni 2013
Elezioni 2013
Elezioni 2013

I risultati delle Elezioni 2013 per la Camera e i risultati delle politiche 2013 al Senato saranno disponibili, oltre che sui vari speciali, come quello di Polisblog anche sul sito del Ministero dell'Interno. E le emittenti televisive, a partire dalle 15, inizieranno a diffondere i primi instant poll ed exit poll.

Dalla sala stampa del Viminale sarà possibile seguire gli scrutini in tempo reale, con apertura un'ora prima della fine delle operazioni di voto, alle 14 di lunedì 25 febbraio 2013.

Verranno resi noti i dati dell'affluenza alle urne alle 12.00, alle 19.00 e alle 22.00 di domenica 24 febbraio e alle 15.00 di lunedì 25 febbraio. Poi inizierà l'afflusso dei risultati, con l'avvertenza, ovviamente, del fatto che saranno ufficiosi fino alla chiusura delle operazioni e alla conferma e all'ufficializzazione da parte del Ministero.

Si potrà consultare il tutto su www.interno.gov.it e su http://elezioni.interno.it.

Instant poll ed Exit poll

Elezioni 2013

Gli instant poll (mini-sondaggi, eseguiti molto velocemente) e gli exit poll la faranno da padroni fra le 15 e le 16 di lunedì 25 febbraio.

Per la Rai, i dati saranno forniti dall'Istituto Piepoli, che però non darà alcuna indicazione sui seggi.

Per Sky, sarà tecnè il fornitore di dati. Gli instant poll, realizzati sulla base di 52mila interviste, riguarderanno la Camera e il Senato per regioni.

I dati dovranno essere presi con la dovuta cautela. Nel corso delle elezioni politiche 2008, per esempio, gli exit poll sovrastimarono il Pd e la Sinistra arcobaleno e sottostimarono il Pdl, pur attribuendo correttamente la vittoria a Berlusconi.

Anche nel 2006 ci fu uno scostamento del 3% che non lasciava presagire la forbice risicata che separava l'Unione (vittoriosa) dalla compagine berlusconiana.

Proiezioni

Elezioni 2013

Dalle 16 arriveranno, invece, le proiezioni, che si basano su un campione di risultati reali e che, generalmente, sono molto attendibili, a meno di cifre risicatissime.

Arriveranno sia sulla Rai sia su SKY (Tecné si baserà su 500 seggi campione).

Ma anche Mediaset (con Ipr Marketing) e La7 entreranno in gioco.

I palinsesti televisivi sono ovviamente del tutto rivoluzionati per seguire i risultati della tornata elettorale. Le all news (RaiNews, TgCom24, SkyTg24) copriranno in maniera no-stop. Speciali sulla rai generalista dalle 14.50 del lunedì, prime time di Rai1 a Bruno Vespa, speciali su Rai2 e Rai3 in seconda serata per i telegiornali; speciali anche su Tg5, Tg4 e Studio Aperto per tutta la giornata, Speciale Tg5 in prima serata per Canale5, a partire dalle 21.10; speciale TgLa7 nel pomeriggio di lunedì su La7, che proporrà il consueto appuntamento con Lilli Gruber (Otto e mezzo) e poi con Corrado Formigli, in uno speciale Piazzapulita.

Nel frattempo, cominceranno ad arrivare, ovviamente, i risultati parziali. Per quelli delle regionali occorrerà aspettare il giorno seguente.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
14 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO