Ballarò, puntata 26 febbraio 2013 - Moretti: "Aprire il dialogo con il Movimento 5 Stelle" Alfano: "PD-M5S come in Sicilia ma al prossimo giro vinciamo noi"

23:32 fine trasmissione.

23:30 Alfano: "Vediamo se i grillini voteranno la fiducia al PD". Moretti ad Alfano: "Non può trattare gli eletti del Movimento Cinque Stelle come burattini, l'unico burattino qui è lei". Prentice: "L'Italia ha bisogno di un governo stabile che duri un'intera legislatura".

23:25 Moretti: "Agli italiani, la situazione giudiziaria di Berlusconi non interessa. Agli italiani, interessano questioni più serie come gli esodati, gli ammortizzatori sociali. Dobbiamo dare una stabilità a questo paese con una nuova legge elettorale". Alfano: "Questa legge vi ha regalato 30 punti". Moretti aggiunge: "Con il Movimento 5 Stelle si può aprire un dialogo" Alfano commenta gli applausi: "Qui si tifa per l'alleanza PD-Grillo". Alfano aggiunge: "Noi presenteremo il nostro progetto di legge per l'eliminazione e il rimborso dell'Imu e la detassazione delle imprese se assumono un giovane. Vediamo se il PD e Grillo saranno d'accordo".

23:21 Sallusti: "Questi sondaggi non chiudono la porta al PdL. Bisogna anche dire che in questo periodo, la magistratura ha concentrato tre sentenze su Silvio Berlusconi". Il pubblico dice: "Basta...". Sallusti continua: "Gli italiani hanno espresso la loro opinione riguardo il partito dei giudici. L'8 marzo, la Boccassini fa la requisitoria sul processo Ruby: non vorrei che ci fosse un disegno per fermare Berlusconi con la giustizia. Napolitano dovrebbe spostare l'udienza".

23:19 Calabresi: "Con questo parlamento, abbiamo più donne e l'età media si è abbassata. I volti nuovi in parlamento sono 100% con il Movimento Cinque Stelle e il 73% con la lista Monti. C'è stato un grande rinnovamento".

23:17 altri sondaggi: il 37% degli intervistati pensa che il PdL dovrebbe trattare con Grillo, il 25% pensa che Renzi dovrebbe essere a capo di un governo di larghe intese, il 55% pensa che il governo dovrebbe subito occuparsi di lavoro.

23:15 I sondaggi di Pagnoncelli: il 54% degli intervistati è favorevole ad un governo di larghe intese, il 30% vorrebbe un ritorno al voto, l'87% non rinnega il proprio voto, l'8%, invece, cambierebbe il voto, il 47% degli intervistati pensa che il vero sconfitto delle elezioni è Monti mentre il 64% pensa che il vero vincitore di queste elezioni è Grillo. Inoltre, il 40% pensa che le elezioni sono state decise dalla forza di Grillo, il 93% pensa che con la candidatura di Matteo Renzi non sarebbe cambiato nulla e il 51% degli intervistati pensano che il PD dovrebbe trattare con Grillo.

23:04 parte un servizio dedicato alla crisi: dal mercato dei fiori alle pasticcerie. Il commento di Paolo Mieli: "Mi sembra difficile che nasca un governo PD-Bersani. Mi hanno colpito molte analogie con il '92, l'anno in cui venne fuori il fenomeno della Lega. Era un anno simile anche per i problemi con l'Europa, la crisi economica e la magistratura che picchiava duro. Occorrerebbe un governo fatto di persone più giovani e non delle solite persone. Occorre un segnale forte".

22:57 Moretti: "Terremo conto su quel che ci dice l'Europa riguardo i conti. Sul referendum sull'Euro voluto da Grillo, non ci sono possibilità. Questo governo non durerà 5 anni ma dobbiamo dare un segnale di stabilità".

22:53 Alfano: "il governo Monti ha numeri dei quali non può andare fiero. Non è stato un decennio perso. Siamo fieri dei nostri governi e gli italiani ci hanno ringraziato". E aggiunge: "Berlusconi non si è arrabbiato perché non ha iniziato prima con la campagna elettorale".

22:42 parte un servizio dedicato al Belgio, paese governato da una grande coalizione. Il commento di Abete: "Ci hanno guadagnato loro e anche i tedeschi. Avevano una produttività inferiore a quella dell'Italia e hanno recuperato. Il Belgio è un caso classico. In Italia, gli ultimi 10 anni sono andati persi. La riforma delle pensioni di Monti ci ha fatto fare molti passi in avanti rispetto agli altri paese. La riforma del lavoro di Monti non ha prodotto niente perché se non c'è lavoro, è difficile regolare il lavoro".

22:37 Ambrosoli: "E' il miglior risultato del centrosinistra degli ultimi 20 anni in Lombardia ma non è stato sufficiente. La nostra era una sfida ardua". Prentice: "I nostri governi saranno contenti di collaborare con il governo italiano, qualunque esso sia. Mi auguro che il prossimo governo abbia un focus su alcune questioni fondamentali come la prosperità: la prosperità d'Italia significa la nostra prosperità".

22:33 Alfano: "Grillo è un vincitore di queste elezioni. L'altro vincitore è Silvio Berlusconi. Solo chi nega la realtà, non l'ammette. Sfiorando il successo, abbiamo fatto il miracolo".

22:27 L'opinione di Calabresi: "Il cittadino ha vissuto profonde ingiustizie. Questo ci spiega il 25% di Grillo. Negli ultimi 3 mesi, Berlusconi ha intercettato il malessere del paese meglio del PD. Berlusconi ha dato una risposta al suo elettorato. Bersani pensava che la corrente portasse a Palazzo Chigi ma in questa corrente, c'erano i tronchi, ossia il malessere dei cittadini".

22:23 Moretti: "Io rappresento la nuova generazione del PD. Abbiamo avuto un'emorragia di voti: c'è una ferita profonda nel paese che i partiti maggiori non hanno colto. Noi siamo arrivati in ritardo su certi temi". Moretti su Renzi: "Alle primarie hanno scelto Bersani in maniera democratica". E aggiunge: "Con Grillo, operazione trasparenza".

22:21 Zingaretti: "Il PD ha sottovalutato la rabbia e la protesta dei cittadini". Maroni: "Siamo riusciti a far confluire sulla mia candidatura, voti non leghisti. E' una bella prospettiva per il futuro".

22:18 Maroni: "Trattenere il 75% delle tasse è una sfida per tutta l'Italia e non solo per la Lombardia". Zingaretti: "Nel Lazio, abbiamo la fiscalità più alta. E' la brutta eredità lasciata dal centrodestra. Ripiegheremo quella curva".

22:16 Floris si collega con la sede di Lega Nord. Roberto Maroni: "Missione compiuta. E' stata dura. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo". Da Roma, invece, c'è Nicola Zingaretti: "Abbiamo intercettato la voglia di rinnovare dei cittadini".

22:11 l'opinione di Alessandro Sallusti: "In questo studio, abbiamo Alfano, che non ha problemi a metterci la faccia, e il portavoce del PD. Bersani non ha il coraggio di andare neanche in una trasmissione amica come questa".

22:02 dopo la pubblicità, parte il servizio di Enzo Miglino dedicato ai risultati di queste elezioni. In studio, Paolo Mieli: "E' successo quello che si poteva intravedere dalle amministrative e dalle elezioni siciliane. Molte persone, ai sondaggi, non dicono che votano Grillo e Berlusconi, per una serie di motivi che sono da analizzare. Chi vota sinistra, lo dice". E aggiunge: "Un governo PD-Grillo è complicata. In Sicilia, le cose sono facilitate perché c'è l'elezione diretta del presidente".

21:53 Prentice: "Oggi, ho detto a Londra che gli elettori italiani che speravano in un governo stabile sono delusi ora".

21:51 Abete: "Si deve cambiare la legge elettorale, blocca il bipolarismo. Abbiamo bisogno di un messaggio di buona amministrazione riguardo i problemi dell'impresa e lavoro"

21:47 Alfano: "Questo dialogare tra PD e M5S è già avvenuto in Sicilia. Se vogliono fare una cosa con Grillo solo per prendere il governo, facciano pure. Al prossimo giro, vinceremo noi". Il M5S replica: "In Sicilia, Alfano ha visto un altro film".

21:45 in collegamento, Davide Barillari del Movimento Cinque Stelle. Barillari: "Saremo responsabili nel Lazio, saremo determinanti riguardo scelte forti rispetto alla politica del passato. I nostri portavoci nazionali valuteranno possibili alleanze solo se il PD sarà vicino ai cittadini". La Moretti risponde: "E' una risposta ragionevole".

21:42 Alfano: "La Moretti sta chiudendo una porta che nessuno ha aperto ma sono d'accordo con lei. Bersani, oggi, non ha mai nominato le parole tasse, fisco, imprese. Le nostre prime battaglie parlamentari saranno i temi già affrontati da Berlusconi. La nostra agenda non è cambiata".

21:38 Moretti: "Bersani andrà in parlamento con un pacchetto di proposte se riceverà l'incarico di governare. Si rivolgerà alle forze presenti in parlamento, una richiesta di fiducia. All'Italia, serve stabilità. Dobbiamo avviare la stagione delle riforme. Il M5S sarà chiamato ad assumersi la responsabilità dinanzi ai propri elettori. Escludo una politica d'inciucio con il PdL".

21:34 dopo la copertina, parte un servizio dedicato al giorno post-elezioni. Riascoltiamo le dichiarazioni odierne di Bersani.

21:20 arriva il momento della copertina satirica di Maurizio Crozza. Il comico inizia imitando Bersani: "Siamo arrivati primi ma non abbiamo vinto. E' come dire alla bella del paese: non me l'hai data ma mi è piaciuto lo stesso". "Beppe Grillo, adottami, mangio poco, non sporco e non ti smacchio anche il camper". Battute anche per Fini, Di Pietro, Ingroia, Razzi e Scilipoti.

21:15 Floris presenta gli ospiti in studio: Angelino Alfano, Alessandra Moretti, Christopher Prentice, Luigi Abete, Mario Calabresi, Alessandro Sallusti, Nando Pagnoncelli, Paolo Mieli.

21:12 Floris si collega con Valentina Martelli dagli Stati Uniti. I commenti riguardo le elezioni della stampa americana: "Le disordinate elezioni italiane scuotono i mercati mondiali e innervosiscono gli investitori. Un'Italia frammentata politicamente all'insegna dell'ingovernabilità".

21:09 inizio trasmissione. Giovanni Floris esordisce, commentando i dati in rosso dei mercati e i risultati delle elezioni politiche 2013. Il primo servizio riguarda il Movimento Cinque Stelle e l'entusiasmo degli elettori.

Questa sera, alle ore 21:05 su Rai 3, andrà in onda una nuova puntata di Ballarò, la trasmissione d'approfondimento politico condotta da Giovanni Floris. La puntata di questa sera, intitolata emblematicamente E ora?, analizzerà il risultato delle convulse elezioni politiche 2013.

Le domande, alle quali si cercherà di dare una risposta più chiara possibile, riguarderanno soprattutto il futuro del paese in base ai risultati usciti fuori dallo scrutinio di ieri. Gli approfondimenti di stasera riguarderanno anche chi, nella fattispecie, sarà incaricato di governare il paese.

Giovanni Floris, durante la puntata di stasera, si collegherà con tutte le sedi dei partiti politici coinvolti che avranno anche i propri rappresentanti in studio. A tentare di rispondere a queste domande, in studio saranno presenti anche il direttore de La Stampa, Mario Calabresi, il direttore di RCS Libri, Paolo Mieli, l'ambasciatore della Gran Bretagna in Italia, Christopher Prentice, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli e l'imprenditore Luigi Abete.

Per quanto riguarda i rappresentanti dei partiti politici, in studio ci saranno Angelino Alfano, primo segretario nazionale de Il Popolo della Libertà, e Alessandra Moretti, membro della Direzione Nazionale del Partito Democratico.

Alfano, durante la giornata di ieri, ha subito commentato entusiasta il risultato del partito fondato da Silvio Berlusconi e lo ha ringraziato pubblicamente:

È un risultato molto positivo, direi straordinario, del quale siamo molto contenti e soddisfatti. Ho sentito il Presidente Berlusconi per ringraziarlo in nome del Popolo della Libertà per questo straordinario risultato che si deve alla sua tenacia, al suo sforzo generoso, alla sua grinta, alla sua fede nel successo.

Anche la Moretti è intervenuta ieri, aprendo al Movimento Cinque Stelle, subito dopo le prime proiezioni di voto:

Quello che ci preoccupa è il Paese spaccato in due, questo Paese che avrebbe bisogno di un governo stabile e capace rischia di essere paralizzato. Noi dobbiamo cercare in questo momento di trovare accordi con forze moderate ma anche con rappresentati in Parla mento del Movimento Cinque Stelle.

La copertina del programma sarà affidata al comico Maurizio Crozza che torna a Ballarò dopo la polemica esperienza come ospite al Festival di Sanremo.

Foto | © Getty Images

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO