Governo - Sondaggi: alleanza Pd e Movimento 5 Stelle o Grande coalizione? L'Italia è divisa

Scritto da: -


Il Corriere della Sera continua la battaglia a favore del governissimo, questa volta attraverso i sondaggi di Renato Mannheimer (qui l’articolo in pdf): il titolo infatti è “Grande coalizione, la vuole un italiano su tre”, ma la situazione è un po’ più complessa. Secondo il sondaggista, infatti, il 34% degli italiani vorrebbero un governo di larghe intese (Pd, Pdl, Monti); il 33% un governo Pd con il Movimento 5 Stelle; il 15% un governo di minoranza del centrosinistra che di volta in volta trovi accordi per approvare le leggi; l’11% un governo tecnico appoggiato dai principali partiti e il 7% non sa.

Ora, una differenza dell’1% è statisticamente irrilevante, e il sospetto che sia stata messa lì proprio per giustificare il titolo è forte. Il dato fondamentale di questa rilevazione è che l’Italia è spaccata tra chi vorrebbe provare l’esperimento Pd-M5S e chi invece preferirebbe affidarsi al “porto sicuro” di un governissimo. Ma ovviamente le cose cambiano profondamente all’interno degli stessi partiti, e ci sono anche parecchie sorprese.

I votanti del centrodestra - e quelli del Pdl in particolare - appoggiano (al 72%) la proposta di un esecutivo di unità nazionale che veda il Pd e il Pdl assieme. Tra l’elettorato del Pd, una maggioranza relativa (40%) appoggia invece l’ipotesi di una alleanza, più o meno organica, tra il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle. Ma una parte non piccola degli elettori del partito di Bersani (27%) preferirebbe invece un governo di minoranza formato principalmente dal loro partito. (…) Ma è interessante notare come invece l’ipotesi di un diretto coinvolgimento dei 5 Stelle al governo, attraverso la partecipazione del M5S a un esecutivo col Pd sia, tra le alternative proposte, la preferita da una larga parte (70%) dello stesso elettorato grillino.

Secondo Mannheimer, quindi, il 70% dell’elettorato a 5 Stelle sarebbe favorevole a un’alleanza col Pd, e la cosa si era anche capita dai tentennamenti registrati dai sostenitori di Beppe Grillo sul blog, che in larga parte appoggiavano un ipotesi di questo tipo. Proprio per questo l’ex comico genovese si è subito lanciato in un attacco a tutto spiano contro Bersani, Renzi e il partito ed è molto probabile che la giornata di oggi - nell’incontro con i parlamentari dell’M5S - sarà votata alla catechizzazione del “nessuna alleanza”.

Immagine via Spinoza.it

Vota l'articolo:
3.20 su 5.00 basato su 5 voti.