8 Marzo, Festa delle Donne: le madri della Repubblica


Certo, se conteggiate con i canoni delle "quote rosa" di oggi, non ci sarebbe molto da celebrare. Ma stiamo parlando di 67 anni fa, e le donne avevano conquistato esattamente in questa occasione il diritto al voto. Per questo vale la pena in questo 8 marzo di celebrare le 21 madri della Repubblica. Le 21 donne che in mezzo a 535 uomini fecero parte dell'Assemblea Costituente che traghettò l'Italia dal fascismo alla democrazia e che scrisse la Costituzione della Repubblica Italiana.

Le 21 Madri Costituenti:
• 9 comuniste, tra cui 5 dell’Unione Donne Italiane: Adele Bej, Nadia Gallico Spano, Nilde Jotti, Teresa Mattei, Angiola Minella, Rita Montagnana, Teresa Noce, Elettra Pollastrini, Maria Maddalena Rossi;
• 9 democratiche cristiane: Laura Bianchini, Elisabetta Conci, Filomena Delli Castelli, Maria De Unterrichter Jervolino, Maria Federici, Angela Gotelli, Angela Guidi Cingolani, Maria Nicotra, Vittoria Titomanlio;
• 2 socialiste: Angelina Merlin e Bianca Bianchi;
• 1 della lista ”Uomo Qualunque”: Ottavia Penna Buscemi.

La maggior parte condivideva, oltre ai trascorsi nella resistenza, esperienze di prigionia e di confino durante il fascismo. Le madri della Repubblica contribuirono a risollevare l'Italia del secondo dopo guerra, dal 25 giugno 1946 - giorno del loro insediamento - al 31 gennaio 1948.

La giornalista Anna Garofalo, ricordando il momento in cui le donne ricevettero le loro prime schede elettorali, scrive:

"Le schede che ci arrivano a casa e ci invitano a compiere il nostro dovere hanno un’autorità silenziosa e perentoria. Le rigiriamo tra le mani e ci sembrano più preziose della tessera del pane. Stringiamo le schede come biglietti d’amore. Si vedono molti sgabelli pieghevoli infilati al braccio di donne timorose di stancarsi nelle lunghe file davanti ai seggi. E molte tasche gonfie per il pacchetto della colazione. Le conversazioni che nascono tra uomo e donna hanno un tono diverso, alla pari"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 159 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO