Marin Raykov da ambasciatore di Bulgaria in Francia a Primo Ministro ad interim

Marin Raykov, attuale ambasciatore di Bulgaria in Francia, è stato nominato Primo ministro ad interim dal presidente Rossen Plevneliev.


Il diplomatico guiderà un governo tecnico per condurre il paese alle elezioni legislative anticipate, previste per il 12 maggio e se i prossimi due mesi si preannunciano piuttosto duri, Raykov, "figlio d'arte" e noto sostenitore della politica euro-atlantica di Sofia, sembra incarnare alla perfezione le qualità richieste proprio dal capo di stato, secondo il quale:

"Il Primo Ministro deve essere un buon diplomatico, moderato, ragionevole e competente". Deve conoscere a fondo la situazione internazionale e "difendere gli interessi della Bulgaria a Bruxelles".

Il cinquantaduenne dovrà infatti far fronte ad un paese sull'orlo del collasso, immerso in un clima di austerity che garantisce una delicatissima ed artificiale stabilità economica appoggiata su un meccanismo nel quale il lev, la moneta locale, è ricollegato all'euro.
Vice-ministro degli Affari esteri dal 1998 al 2001, Raykov ritorna ad occupare tale incarico e succede al conservatore Boïko Borissov, che ha rinunciato al posto di premier in seguito alle proteste di strada del 20 febbraio, lasciando un paese che affonda in un panorama di povertà diffusa e di grande sfiducia nei confronti della classe politica, nel quale il nuovo incaricato dovrà far prova di fermezza, rassicurando al contempo un elettorato piuttosto sfiduciato. Che sia anche un 'occasione per diradare alcune ombre gettate nel 1996 da L'Express?

Photo by DIMITAR DILKOFF/AFP/Getty Images.

Via | lefigaro.fr

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO