I due Marò torneranno in India: l'annuncio di Palazzo Chigi

Il governo italiano ha deciso di rispettare gli accordi già raggiunti con l'India.

Il governo italiano ha annunciato ufficialmente che Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due Marò accusati di aver ucciso due marinai in India nel febbraio del 2012, torneranno a New Dehli.

Gli accordi già raggiunti in passato con il governo indiano verranno, di conseguenza, rispettati. Questo è parte del comunicato ufficiale di Palazzo Chigi:

Sulla base delle decisioni assunte dal Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica, il Governo italiano ha richiesto e ottenuto dalle autorità indiane l'assicurazione scritta riguardo al trattamento che sarà riservato ai Marò e alla tutela dei loro diritti fondamentali. Alla luce delle ampie assicurazioni ricevute, il Governo ha deciso che torneranno in India domani.

Staffan De Mistura, il sottosegretario agli Esteri che ha condotto il negoziato con l'India ha assicurato che i due Marò non rischiano assolutamente la condanna a morte.

Il diplomatico svedese naturalizzato italiano ha, inoltre, aggiunto che il governo ha deciso di non rispettare momentaneamente i patti perché alcune condizioni non erano ancora state garantite da New Dehli.

Sarà proprio De Mistura ad accompagnare Latorre e Girone in India. Sempre riguardo il trattamento che i due Marò riceveranno una volta tornati a New Dehli, il sottosegretario ha aggiunto altri particolari, dichiarando che Latorre e Girone godranno di libertà di movimento e saranno liberi di andare dove vorranno.

Nonostante queste rassicurazioni, De Mistura ha affermato che la decisione è stata accettata dalle famiglie dei due Marò con fatica.

La decisione del governo italiano ha, quindi, scongiurato l'attenuarsi della crisi già in corso tra Italia e India. Ashwani Kumar, ministro della Giustizia indiano, infatti, aveva praticamente posto un ultimatum:

I due militari possono ancora tornare in India entro il 22 marzo e, se accade, questa spiacevole situazione potrà essere sanata.

Dopo la notizia, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è pubblicamente congratulato con i due Marò per il loro "senso di responsabilità".

Foto | © Getty Images

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 40 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO