La Comunità Europea contro il piano smaltimento dei rifiuti di Napoli

Con la consueta sintesi il Riformista spiega le europerplessità che circolano sulla soluzione dell'emergenza rifiuti a Napoli. Già, perchè c'è qualche dubbio riguardo all'utilizzo dell'esercito sia da parte di Ignazio la Russa, neoministro della Difesa, sia da parte di un generale - che ha scelto di restare anonimo - che ha dichiarato a Repubblica "Cosa dovremmo fare con i blindati e le mitragliatrici davanti alle discariche? Sparare alla gente? Ma ci rendiamo conto?"

Si chiude la crisi con la Spagna ma l’Italia deve ancora fare i conti con qualche mal di pancia dei nostri vicini europei su sicurezza e immigrazione. E qualche dubbio è arrivato anche sul piano rifiuti. Secondo la Commissione europea infatti si tratterebbe di misure di emergenza che non risolverebbero i problemi strutturali

Mentre, come potete leggere pochi post qui sotto, si pensa non tanto a risolvere la crisi dei rifiuti, ma a costruire centrali nucleari. Qui sopra un video che riassume la posizione di Bruxelles nei confronti dell'Italia.

Per la Commissione europea le decisioni prese ieri dal governo italiano sul caso rifiuti in Campania sono "misure d'emergenza", ma "i problemi strutturali non sono ancora risolti". Lo ha detto a Bruxelles Barbara Hellferich, portavoce del commissario europeo all'Ambiente, Stavros Dimas. "Speriamo - ha aggiunto - che i provvedimenti adottati ieri dal Consiglio dei ministri a Napoli abbiano un effetto positivo anche se non sta a noi giudicare se funzioneranno". In ogni caso "vedremo se sono compatibili con il diritto comunitario"

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO