Bunga bunga: sui festini spunta la testimonianza di Ambra e Chiara


Novità dal fronte dei racconti delle cene, da qualcuno definite "eleganti", di Arcore. Proprio per contrastare la valenza del suddetto aggettivo ieri si è diffusa una nuova testimonianza, proveniente da due aspiranti showgirl piemontesi: Ambra Battilana e Chiara Danese.

Si tratta forse della descrizione più accurata di come si svolgevano i festini, in un racconto ricco di particolari anche grotteschi, come il gioco della statuetta di Priapo (sì, proprio la divinità mitologica con un grosso attributo che molti turisti si portano a casa dalla Grecia).


«Le ragazze si dimenavano, ballavano, cantavano "meno male che Silvio c'è", si facevano baciare i seni dal presidente, lo toccavano nelle parti intime, e poi facevano lo stesso con Fede. Eravamo scioccate, in una situazione più grande di noi. A un certo punto Berlusconi, visibilmente contento, disse "allora siete pronte per il bunga bunga?", e tutte le ragazze in coro hanno urlato "Siiii!"»

Le due ragazze dicono di essere rimaste paralizzate e di aver chiesto di andar via, suscitando la reazione decisa di Emilio Fede: "Se volete andare via, va bene, ma non pensate di poter fare le meteorine o Miss Italia". E Berlusconi, seduto vicino a loro, annuiva.

Vero, non vero? Mah. Sta di fatto che dal cellulare di Chiara era partito un sms - agli atti - verso il conduttore del Tg4, col seguente testo: "Grazie per la fantastica serata". Messaggio che la Danese ora asserisce essere stata un'iniziativa del suo manager Daniele Salemi per assicurarle un posto a Miss Italia. Tanto sconvolta dunque non doveva essere...

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO