Sciopero generale 6 maggio 2011: in piazza per lavoro, sviluppo, precariato

sciopero generale 6 maggio

Per il 6 maggio la CGIL ha indetto uno sciopero generale: ieri Susanna Camusso ha spiegato che

“non deve essere solo della CGIL, ma di tutti i lavoratori (...) per fare uno sciopero di tutti i lavoratori e non solo dei militanti della CGIL. Non vogliamo uno sciopero identitario, ma uno Sciopero Generale di tutto il Paese per avere una politica diversa”

Perché ci si ferma?

Per il lavoro e lo sviluppo, per riconquistare un modello contrattuale unitario e battere la pratica degli accordi separati, per definire le regole della democrazia e della rappresentanza, riassorbire la disoccupazione, contrastare il precariato, estendere le protezioni sociali e ridare fiducia ai giovani

Ci saranno cortei in tutta Italia: qui trovate quelli della Lombardia, qui invece l'elenco delle regioni e delle province italiane in cui si terrà lo sciopero, il tutto sempre sulle pagine del sito CGIL.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO