Marine Le Pen spara: "Se eletta, Francia fuori dall'Europa"


Marine Le Pen è sempre più sulle orme del padre, quel Jean-Marie che decenni fa fondò nell'indifferenza generale un partito destinato a far discutere: il Fronte Nazionale. È bene ricordare che la forza politica nacque in certo qual modo all'ombra del Msi almirantiano, del quale mutuò il simbolo con la fiamma, prima di litigare con gli stessi post-fascisti italiani per questioni nazionaliste.

Nel solco della sua tradizione sciovinista si muove ora Marine, che forte di un grande consenso prevede già di ottenere un grosso risultato alle prossime presidenziali. Un successo tale da farle alzare la voce, e non poco.

Già l'avevamo vista protagonista a Lampedusa, dove si era recata di persona, poi a tessere le lodi del nostro ministro degli Interni Maroni. Ora annuncia che in caso di elezione (comunque piuttosto improbabile) farà di tutto per uscire dall'Unione europea, indicendo un referendum tra i francesi che - ne è sicura - diranno sì.

A quel punto la Francia non rispetterà nemmeno i tempi canonici previsti dal Trattato di Lisbona ma accelererà le pratiche per isolarsi immediatamente. Una mossa, quella di Marine Le Pen, che sembra studiata per guadagnare consensi massimalisti ben conscia di non poter arrivare alla vittoria finale. Difficile infatti che dopo questa sparata i moderati, anche se indecisi, vadano a votare FN.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO