Libia: una guerra illegale?


Per L'Espresso non si tratta neppure di una domanda, ma di una netta affermazione: la guerra italiana contro la Libia è illegale. Una conclusione a cui è facile avvicinarsi analizzando con distacco quanto sta avvenendo sui cieli di Tripoli.

Il giornalista Michele Ainis lo esplicita in modo chiaro e inappuntabile:

Il governo ha immediatamente dichiarato che i bombardamenti dei tornado tricolori sono in realtà «missioni con missili di precisione su obiettivi specifici». Insomma se la bomba colpisce il suo bersaglio diventa una missione, altrimenti è un bombardamento. Ma per fortuna noi abbiamo soltanto bombe (pardon, missioni) intelligenti, come i nostri governanti... Sta tutta qui la differenza tra l'Italia e la Germania. Non è che loro siano pavidi mentre noi siamo audaci. E' che i tedeschi prendono sul serio la Carta cui hanno giurato fedeltà, la quale vieta espressamente - al pari della nostra - ogni guerra offensiva (art. 26). Noi, invece, ce la mettiamo sotto i tacchi. La Costituzione, prima ancora della Libia. Non va più bene, è diventata un fossile giuridico? E allora cambiamola. Ma smettiamo di trattarla come una mummia imbalsamata.

La nostra Costituzione prevede infatti, all'articolo 78, che ogni guerra venga deliberata dalle Camere. Tecnicamente, si dirà, l'Italia non è in guerra con la Libia ma sta bombardando Gheddafi e i suoi mercenari. L'unico problema è che Gheddafi, fino a prova contraria, rappresenta il governo libico (e infatti noi lo abbiamo ospitato a Roma con tutto il suo circo proprio in virtù di questo riconoscimento). Quindi bombardando le sedi e le caserme del legittimo governo libico (che è dittatoriale oggi come lo era quando le nostre frecce tricolori lo omaggiavano) l'Italia compie un atto di guerra a tutti gli effetti, nascondendosi dietro il dito di una risoluzione dell'Onu.

Se si tratta di una guerra umanitaria scatenata in nome della democrazia (io ne dubito, ma pazienza) allora lo Stato italiano abbia il coraggio di ufficializzare lo stato di belligeranza contro un infame dittatore, rispettando la Costituzione e smettendola con l'ipocrisia della missione umanitaria condotta con i missili.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO