Bossi insulta il Presidente della Camera: "È uno str..."


Comizio davvero incendiario quello che Umberto Bossi ha proposto ieri in provincia di Varese. Il leader del Carroccio si è espresso a tutto campo, ma come sempre peli sulla lingua ne ha avuti pochi.

A farne le spese Gianfranco Fini, principalmente. Il Presidente della Camera è stato infatti bollato come "uno stronzo" (testuale) senza mezzi termini. Ma «l'importante è che noi prendiamo i voti e lui no».

E poi, dopo aver chiarito che l'ipotesi Tremonti come successore di Berlusconi al momento è fantascienza, il manifesto reale del Carroccio: «Diciamo la verità, la Lega ha quasi in mano il Paese: Berlusconi può fare, ma deve avere l'accordo della Lega»

Questo dunque il punto di forza che Bossi proverà a portare fino alle amministrative di domenica, che se dovessero confermare lo status quo potrebbero regalare al partito del nord la più grande forza di sempre. Rimane però da vedere come ne uscirà il Pdl.

Un principale partito di maggioranza fortemente indebolito, anche se a vantaggio del suo alleato, potrebbe infatti essere fonte d'instabilità e scontento nelle file del centrodestra, al punto da provocare nuove elezioni. Anche per spazzare via il cancro dei Responsabili, insopportabile zavorra al momento indispensabile per tenere su l'esecutivo, come dimostrato dalla squallida vicenda dei 9 sottosegretari aggiunti.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO