Ore 12- Elezioni: amministrative o "politiche"? Il solito gioco dei bussolotti ...

altroLo dice anche il ministro (si fa per dire) Michela Brambilla che “Le prossime elezioni amministrative non possono essere considerate un test politico”.

Ma la “rossa” è mossa da una fifa da novanta, perché teme il giudizio degli elettori sul Premier e sul Governo.

Più politico il ragionamento di Pier Ferdinando Casini: “Berlusconi e Bersani hanno dato un valore politico' nazionale 'al voto amministrativo e cosi' allontanano la gente dalla politica. Sono tre anni che parliamo solo dei problemi di Berlusconi e che abbiamo smesso di parlare di quelli della gente: ecco perche' si allontana. Per questo dobbiamo dire basta alle risse, e tornare ad affrontare i suoi problemi. Il governo ha trasferito il debito pubblico sulle famiglie che ora si ritrovano senza assistenza, senza doposcuola e senza welfare”.

Bene. Ma sentite che dice il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa: “Lavoriamo per superare questo bipolarismo italiano che ha finora prodotto solo odio politico e sterile contrapposizione e il voto del 15 e 16 maggio puo' essere fondamentale al riguardo. Queste elezioni amministrative costituiscono un fondamentale test elettorale nazionale su cui si gioca il futuro dell'attuale Governo e del quadro politico nazionale”.

Siamo al gioco dei bussolotti, al ridicolo. Caro Pierferdy, la gente non ne capisce più niente di queste manfrine. Ecco perché i cittadini si allontano dalla politica e disertano le urne.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO