Il ministro La Russa sul volo di Stato per vedere l'Inter? La Corte dei Conti indaga...

I magistrati della Corte dei conti si insinuano ora anche nelle passioni calcistiche degli italiani!! Pensate un po': si sono messi ad indagare sul ministro Ignazio la Russa, soltanto perché avrebbe utilizzato due voli di Stato (cioè pagati dai contribuenti) per andare da Roma a Milano a vedere la partita dell'Inter.

Quindi: non solo in quella occasione l'Inter ha perso (e girare il coltello nella piaga è crudele), la magistratura contabile si è pure messa di traverso sugli aerei usati dal ministro:

Come si sia mosso lo svela tre giorni dopo il quotidiano Il Fatto: aereo P180 dell'Arma dei carabinieri all'andata, aereo dell'Aeronautica militare con numero identificativo MM62210 per il ritorno con decollo alle 23. Le informazioni sono precise, il ministro non può negare. E infatti ammette che sono proprio questi i mezzi utilizzati, sostenendo però che il suo comportamento è stato perfettamente regolare. «Motivi di sicurezza - spiega La Russa in una nota - mi impongono anche contro il mio volere di non usare voli di linea. E poi basta guardare qual era il giorno della partita: tornavo dall'Afghanistan con voli programmati da Roma a Milano da tempo».

In fondo chi di noi non vorrebbe poter andare a vedere la partita in aereo, magari con uno stuolo di auto blu che lo attendono a sirene spiegate per superare il fastidioso percorso tra lo scalo e la tribuna d'onore? Continuiamo così...

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO