La Sardegna vota contro il nucleare: il 97% dice No a centrali e depositi di scorie


Nella giornata elettorale di ieri la Sardegna si è trovata a votare anche per un referendum, quello sul nucleare. Sfruttando le proprie prerogative di Regione a Statuto speciale, la Sardegna ha chiesto ai propri cittadini cosa ne pensano delle centrali e dei siti di stoccaggio delle scorie nucleari.

Il risultato andrà valutato con attenzione, dato che non è univoco e si presta a interpretazione divergenti (almeno questo è quello che diranno quelli del Forum nucleare italiano...):

le operazioni di spoglio sono state completate nel Cagliaritano, dove i Sì hanno raggiunto il 96,66 per cento, nell’Oristanese il 98,17 per cento, nel Medio Campidano il 97,77 per cento, nella provincia di Carbonia-Iglesias il 95,89 per cento e in quella di Olbia-Tempio dove i Sì sono il 96,39 per cento.

Nelle altre Province lo scrutinio non si è concluso, ma l'andamento del Sì è questo: Nuoro 97,78%, Sassari 97,8%, Ogliastra 97,6%. Che ne dite, il messaggio è abbastanza chiaro?

** La confusione tra Sì è No è dovuta al quesito. I sardi hanno risposto sì alla domanda: Sei contrario all'installazione in Sardegna di centrali nucleari e di siti per lo stoccaggio di scorie radioattive da esse residuate o preesistenti?.

Fonte | Regione Sardegna
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO