Spigolature elettorali: a Rimini Pd e Pdl in calo, Fli e Udc al lumicino e Grillini supertar


Non esistono solo le grandi arene elettorali di Napoli e Roma! Nella marcia di avvicinamento verso le amministrative 2011 ci siamo spesso soffermati su alcune realtà minori (politicamente parlando) che però sembravano poter riservare qualche sorpresa. Rimini è una di queste!

Smentendo le previsioni di una facile affermazione del centrosinistra (che nel 2006 si era fermato al 51% ma poteva contare su un centrodestra diviso) la città dovrà votare per il ballottaggio: Andrea Gnassi (Pd, Idv, verdi, Socialisti e Federazione della sinistra) è rimasto inchiodato al 38%, risentendo probabilmente dell'11% del concorrente Luigi Camporesi (Movimento a 5 stelle - Beppe Grillo) e del 5% di Fabio Pazzaglia (Sinistra e libertà).

Al contempo Pdl e Lega nord, con Gioenzo Renzi, si sono fermati al 34,7%, perdendo oltre 5 punti rispetto al 2006: proprio quelli che sono andati a Fli e Udc, i cui 2 candidati hanno raccolto rispettivamente l'1,95% e il 3,51%.

Un occhio a sinistra: A fronte di un successo dei grillini (11,7%), si registra un terribile 2% della Federazione della sinistra (1/3 dei voti di Prc e Pdci del 2006) e un modestissimo 3,5% per Sinistra e libertà.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO