Annozero, Santoro sfida la Rai: "Resto per un euro a puntata"


Puntata scoppiettante l'ultima di Annozero in Rai, almeno per questa stagione. Se poi la trasmissione non verrà riproposta l'anno prossimo è ancora tutto da vedere.

Michele Santoro ha sfidato i vertici Rai, chiedendo di dire apertamente se vogliono il programma o meno, e annunciando di essere disposto a restare per un simbolico euro a puntata. Ma visto il caos che regna in viale Mazzini (ieri la riunione per decidere i palinsesti è andata deserta) sarà dura avere una risposta a breve.

Tornando al programma, c'era tutto il gotha santoriano, con Di Pietro, Bersani, e Castelli-Brunetta per il centrodestra. Poi videointervista a Beppe Grillo, che ha sparato a zero su tutti come suo solito, e piazzata finale (ancora!) di Adriano Celentano, infarcita dalle abituali pause.

Il momento più concitato si è avuto verso la fine, quando una battuta di Castelli sul canone Rai che servirebbe a pagare Marco Travaglio ha suscitato le ire di un Santoro fino a quel momento molro rilassato e quasi goliardico.

Il conduttore ha tenuto a sottolineare (urlando, anche un po' per lo show) che è Annozero a finanziare le altre trasmissioni Rai e non il contrario, grazie agli introiti pubblicitari. Il sottosegretario leghista di rimando lo ha invitato a trasferirsi a La7, per mettersi sul mercato e confermare così il valore del suo programma.

Poi il solito finale gustoso con Vauro e qualche vignetta davvero azzeccata. Ora non rimane che vedere cosa succederà.

Una previsione? Non accadrà nulla di nulla e l'anno prossimo Annozero ripartirà regolarmente su Raidue.

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO