No Tav o Sì Tav? Affinità e divergenze con la questione rifiuti, per il bene comune

.
In questi giorni di rinnovati scontro sulla questione Tav, dovuti al termine limite del 30 giugno 2011 per l'inizio lavori altrimenti ciao ciao contributo europeo, mi sembra importante aprire un dibattito filosofico sull'argomento.

La questione da questo punto di vista è notevolmente affine a quella della monnezza. Non per i presupposti contingenti, ovvero il coinvolgimento della malavita che in Campania è tangibile, mentre in Val di Susa non è presente, ma per il principio fondamentale che coinvolge.

Può una minoranza imporre la propria volontà a una maggioranza solo perché più attiva e decisa? O per meglio porre il concetto, può il bene di molti essere soppiantato dal bene di pochi, anche se questi ultimi hanno certamente le loro ragioni?

La risposta non può che essere no, dal punto di vista di chi scrive. Tutti i partiti tranne due (grillini e RifCom) sono pro Tav, e le forze politiche in questione rappresentano più del 90% degli italiani e quindi la Tav si deve fare. Per pura legge democratica. Così come a Napoli bisogna attivare le discariche per il bene comune della maggioranza dei cittadini e contro una rumorosa minoranza impegnata in una protesta di retroguardia, quando non addirittura appoggiata dalla malavita locale.

E se questo significa usare le maniere forti, nel senso non violento di effettuare fermi di polizia en masse in modo da bloccare i facinorosi o i più esagitati per poter continuare nell'opera, lo si faccia. A questo serve lo Stato. Altrimenti tanto varrebbe vivere nell'anarchia.

E per finire ricordiamo che bloccare la Tav non significa solo perdere i contributi europei e regalarli ad altri paesi, col bel risultato di essere tagliati fuori anche dalle rese economiche del progetto, ma anche risarcire la Francia per la parte che ha già costruito e che diverrebbe inutilizzabile.

Insomma una bella figura da peracottari, oltre al danno finanziario. Da evitare a tutti i costi

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO