P4: ancora rimandato l'arresto di Alfonso Papa del PdL

papa arresto giunta cameraAlfonso Papa, deputato PdL indagato nell'inchiesta sulla P4 cui tanto spazio abbiamo dedicato ai giorni scorsi sarebbe oggetto di "fumus percutionis", almeno secondo quanto ha spiegato nella sua relazione alla Giunta per le Autorizzazioni della Camera Francesco Paolo Sisto del Pdl. Una relazione definita dall'IDV Palomba come "desolante". Dice La Stampa

«Nei confronti di Papa ci sono stati pedinamenti, intercettazioni, foto. Dobbiamo tenere conto di questi parametri, molto gravi, e del fatto che le esigenze cautelari non sono calibrate», ha detto Sisto sostenendo la tesi del ’fumus persecutionis’. Il relatore ha anche chiesto di acquisire le 16mila pagine dell’inchiesta: «In Giunta dobbiamo andare avanti un pò per atti e un pò per la stampa. Un paradosso».

Indi per cui, tutto ancora rimandato. Interessante l'orientamento al voto di Futuro e Libertà e del terzo polo, ce lo racconta la Stampa

il terzo Polo ha già deciso che voterà a favore della richiesta dei Pm e del Gip napoletani. «La politica non c’entra - precisa subito il finiano Nino Lo Presti - semplicemente leggendo con attenzione gli atti che ci sono stati trasmessi ci siamo resi conto che non esiste alcun fumus persecutionis e che la richiesta del Gip è assolutamente motivata e circostanziata». Pier Ferdinando Casini ribadisce la linea: «Riteniamo che fumus persecutionis nei confronti dell'onorevole Papa non c'è, quindi voteremo a favore. Abbiamo esaminato le carte - ha spiegato il leader Udc -: un conto è Papa e un altro è Bisignani, dove ho visto molto chiacchiericcio, ma poco di rilevante dal punto di vista penale»

In questa maniera, questo sarebbe il risultato della votazione

ci si ritroverebbe in 10 (5 Pd, 1 IDv, 2Udc, 2 FLI) contro 11 (7 Pdl, 1 Misto, 2 Lega, 1 IR)

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO