Mahmoud Ahmadinejad in visita a Roma per il vertice FAO

Prima di tutto qui sopra c'è un video che definire psichedelico è fin poco, in cui viene - credo - preso in giro il presidente iraniano. Democraticamente eletto, ma non particolarmente simpatico all'occidente, vista una passionaccia per il nucleare - lui dice a scopi civili, gli Usa a scopo "Vaporizzare Israele" - e un certo disamore, diciamo, per quello stato fondato dopo un olocausto da David Ben Gurion.

L'imbarazzo per la visita di Mahmoud Ahmadinejad è diffuso:


L'ex sottosegretario agli Esteri Gianni Vernetti lo definisce «persona non gradita», la deputata Fiamma Nirenstein elogia il rifiuto del governo a incontrare il controverso presidente che nega l'Olocausto, ma teme che la vicenda sia occasione di «pubblicità». Certo è che l'ex pasdaran sarà ricevuto in Vaticano. Ma non è detto che Benedetto XVI gli conceda un colloquio privato, sarà probabilmente nell'ambito dell'udienza ai capi di Stati presenti al vertice Fao

Ma in fondo, come ci ricordano certe immagini di Rumsfeld e Saddam Hussein, pecunia non olet. E se la politica deve a volte fare un passo indietro e seguire logiche di consenso o strategiche, gli affari sono affari, business is business: tanto che Ahmadinejad incontrerà una delegazione delle imprese italiane presenti in Iran, tra cui figurano non esattamente piccoli imprenditori, ma giganti come Ansaldo e Finmeccanica. Si, perchè l'Italia è il paese europeo che investe più in Iran: chiaro che si possa chiudere un occhio, anche con qualcuno per cui l'olocausto non è mai accaduto.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO