Ore 12 - Berlusconi, oggi alla Camera torna il "Ghe pensi mi". Le colpe del Cav, le colpe della casta

altroOggi alle 15 Silvio Berlusconi, convinto “antiparlamentarista”, torna alla Camera per presentare la sua ultima ricetta salva-Italia. E’ la sintesi del fallimento della concezione leaderistica della politica, baricentro del berlusconismo, ma anche della crisi della politica dei partiti e del Parlamento.

E’ un nodo internazionale che in Italia stringe di più e tiene il Paese a penzoloni, sul baratro. Sul campo della seconda Repubblica non restano che detriti: l’Italia sta peggio di prima.

Berlusconi è stato l’artefice primo di questo degrado generale, ma tutta la politica è colpevole e Bersani non può rivendicare nessuna “diversità” politica e morale del Pd. A dominare è la partitocrazia senza partiti. I partiti non esistono più come aggregazione e partecipazione democratica dei cittadini: sono strutture (per lo più proprietà privata o in mano a oligarchi e oligarchie) dedite alla ricerca del consenso per preservare potere e privilegi di casta da dividere con cricche di malaffare.

Il Cavaliere ha dimostrato che in Italia i cittadini non sono tutti uguali neppure di fronte alla legge. Ma la storia di questi anni dimostra che la radice della politica italiana è malata e tutti i partiti e gruppi politici ne sono responsabili in egual misura, per scelta, connivenza o incapacità.

La crisi è mondiale ma qui si è raschiato il barile, con debiti, sprechi, parassitismi, privilegi, leggi ad personam, mai riforme vere. Così l’Italia gira a vuoto: gli interessi che paghiamo per tenere a bada il debito pubblico bruciano le poche risorse prodotte. Unica via è la crescita, con investimenti selettivi su ricerca, scuola, eccellenze, imprese valide, liberalizzazioni e privatizzazioni vere. Ma mancano i soldi. Soprattutto manca la volontà politica. E si torna a capo. Cioè si va a fondo.

Oggi alla Camera Berlusconi parlerà ancora dell’Italia che non c’è: solo parole, promesse, niente fatti, zero leggi. Nuova stangata in arrivo. Pagano sempre gli stessi. E inutilmente. Ma stavolta ci si gioca la democrazia.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO