Umberto Bossi torna secessionista: «Pronti con la Padania»

Umberto Bossi: \

Umberto Bossi ritorna secessionista ed esalta la Padania. E questa volta sarà davvero difficile che possa ritrattare ancora (anche se la politica italica ha fatto del ritrattare un'arte). In un comizio a Schio (Vicenza), durante una festa della Lega Nord, come annuncia la TM News, ha chiesto alla Padania di tenersi pronta. E' questa, dunque, la risposta che un Ministro del Governo Italiano dà alla crisi che incombe sempre più duramente sull'Europa tutta. Eurobond? Macché. Governo economico europeo? Figuriamoci. Incentivi alla produzione? No. Liberalizzazioni? Nemmeno. Misure liberiste o, al contrario, keynesiane? Ma va'. Nella testa di Bossi c'è solo la Padania. Con le solite esagerazioni populiste (e, casualmente, proprio nella settimana più calda dell'anno, verrebbe da dire a pensar male). Ecco il discorso di Bossi:

Quel che sta avvenendo è una svolta storica, non è una cosina da niente la gente capisce sempre di più che l'Italia va a finire male e quindi prepararsi al dopo. E per noi il dopo è la Padania i popoli del Nord che uniti sarebbero lo stato più forte d'Europa.

E ancora:

Quando verrà il momento non possiamo farci trovare impreparati. Dobbiamo essere pronti con la nostra Padania. Per fortuna siamo partiti tanti anni fa e il profondo del cuore della gente del Nord sente che il progetto padano è passato e che l'idea che si possa vincere insieme è partita.

Di cosa parla, ancora, Bossi? Di quale momento che verrà? E quale sarebbe il progetto padano, se persino i suoi fedelissimi hanno criticato duramente la manovra? A che gioco sta giocando il senatur?

Insulta Brunetta e poi gli chiede scusa. Si oppone a ritocchi alle pensioni e poi esulta - anche se è evidente che la manovra subirà pesanti ritocchi. Dice che Tremonti è fumoso, poi festeggia il suo compleanno e afferma che non lo lascerà ai lupi. Dà segni di evidente confusione.

Eppure, non pago di tutto ciò, pochi minuti fa ha rispolverato la secessione come risposta alla crisi europea. Una risposta talmente impraticabile - cosa penserebbe, in concreto, Bossi? Di riunire, esattamente, quali popoli padani? E con che moneta? E con che rapporti con l'Europa - che fa dubitare della possibilità che ancora qualcuno possa dar credito al leader del Carroccio.

Tant'è, la notizia va data. Perché Umberto Bossi è un Ministro della Repubblica Italiana e di questo Governo. E mentre gli altri sono impegnati con i pediluvi estivi, lui spara a zero, con cavalli di battaglia datati ma a quanto sembra sempre verdi.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO