Ron Paul vs. Rick Perry - La campagna U.S.A. la butta sul sesso

Rick Perry - Have you ever had sex with

Una campagna elettorale che non ha mezze misure, quella negli States. E se ieri offrivamo un ritratto un po' sarcastico ma assolutamente veritiero di Rick Perry (per ulteriori informazioni sul candidato alle primarie repubblicane, il Guardian offre un notevole vademecum), oggi è la volta di mostrare come funziona la campagna per le stesse Primarie repubblicane 2012. Con i Repubblicani che si fanno la guerra fra loro (si sa, durante le primarie non si guarda in faccia nessuno, nemmeno nella propria compagine) a colpi bassi. Decisamente bassi.

Perché un sostenitore di Ron Paul (altro candidato repubblicano di cui parleremo: ha già partecipato alle primarie del 2008, venendo sconfitto) ha acquistato (spontaneamente?) un'intera pagina di giornale, l'Austin Chronicles (a pagina 14 della versione online si può vedere quel che è andato anche in edicola) per pubblicare un annuncio un po' particolare, quello che vedete qui sopra.

Avete fatto sesso con Rick Perry?

recita l'annuncio. E prosegue chiarendo per bene l'intento.

Primarie repubblicane U.S.A. 2012
Primarie repubblicane U.S.A. 2012
Primarie repubblicane U.S.A. 2012
Primarie repubblicane U.S.A. 2012

Che è proprio la caccia di qualche fanciulla che si sia concessa al moralista e moralizzatore Rick Perry:

Sei una stripper, un'escorto o semplicemente una "ragazza bona" che si è lasciata impressionare da un arrogante, nominato Governatore del Texas? Contatta CASH e ti aiuteremo a pubblicizare il tuo incontro diretto con un Christiano-declamatore di ipocriti e fasulli "valori di famiglia"

In sostanza, il sostenitore di Paul, che risponde al nome di Robert Morrow, si definisce presidente della fantomatica CASH (il Comitato contro l'ipocrisia sessuale, Committee Against Sexual Hypocrisy); sostiene che la rigida morale cristiana che afferma di seguire Perry sia una facciata e di essere alla caccia di qualcuna che possa confermare questa sua convinzione.

Non è certo una novità per gli States: Larry Flint, nel 2007, pubblicò addirittura sul Washington Post un annuncio in cui offriva 1 milione di dollari a chiunque avesse offerto informazioni relative a eventuali scandali sessuali riguardanti personaggi del Governo.

Come dire. Le campagne elettorali, negli U.S.A., si combattono su terreni impervi. A colpi di soldi, spot e annunci sul giornale. E a colpi di scandali sessuali, che altrove non smuovono una foglia.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO