Anci e sindaci contro il Governo: oggi a Milano in 800 contro il decreto Tremonti

manovra protesta sindaci 2011 29 agostoOggi è il 29 agosto, e circa ottocento sindaci manifesteranno a Milano contro il decreto anticrisi di Giulio Tremonti. Perché manifestano? Per i tagli. Per gli accorpamenti dei piccoli comuni. Per il prelievo fiscale che sicuramente dovrebbero aumentare localmente per riavere i trasferimenti perduti nella manovra. Ci saranno nomi importanti: Giuliano Pisapia - sindaco di Milano - Piero Fassino - Torino - Marta Vincenzi - Genova - Virginio Merola - Bologna - e ancora Gianni Alemanno - Roma - Giorgio Orsoni - Venezia - e Flavio Tosi - Verona - insomma, tutti, e di ogni schieramento, a voler marcare un "no" trasversale alla manovra così com'è impostata ora.

Un "no" trasversale: ma così com'è ora, la manovra naturalmente danneggerebbe di più la Lega Nord e il suo bacino elettorale, infatti la manovra cambierà - probabile un aumento di un un punto percentuale dell'iva, per "coprire" i tagli ai comuni - ma c'è poco tempo. Esattamente fino alle 20 di stasera, per presentare emendamenti

Se, come pare, i tagli agli enti locali dovranno essere alleggeriti (lo chiede la Lega) e il cosiddetto contributo di solidarietà per i redditi sopra i 90 mila euro corretto o eliminato (lo vuole il Pdl), bisognerà trovare qualche miliardo di euro per far fronte alle minori entrate. Questa è l' ipotesi più gettonata: un intervento minimo sulla manovra, probabilmente con un leggero aumento (mezzo punto o un punto) dell' aliquota più alta dell' Iva, quella del 20%, o al massimo anche di quella del 10%

Scrive oggi Enrico Marro.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO