Manovra Tremonti, torna l'aumento dell'iva?

aumento iva manovra tremontiSi dice che Giulio Tremonti volesse cambiare il meno possibile la manovra presentata il 12 agosto scorso. La misura in cui non è stato accontentato, e la infinita serie di radicali modifiche che il decreto anticrisi sta subendo, offrono una buona prospettiva su quanto conti e sia ascoltato in questo momento il Ministro dell'Economia. Zero.

Saltata anche la norma su riscatto degli anni di studi e del militare ai fini pensionistici, si apre una voragine nel saldo della manovra. Per farla semplice: mancano molti soldi. Cinque, sei, forse sette miliardi di euro. Una montagna di denaro. Una montagna di denaro che deve saltare fuori però, in qualche modo. O con un aumento dell'iva o con un ritorno del prelievo di solidarietà, queste le ipotesi che circolano in queste ore.

L'aumento dell'iva era già stato preventivato, ma in seguito accantonato. In una manovra che molti - anche in area centro destra - consideravano e considerano avere immediati effetti recessivi, l'aumento dell'Iva era impensabile. Eppure ora torna in gioco a forza: perché "Portare l'aliquota massima dal 20 al 21% rende, secondo le stime, tra i 4 e i 5 miliardi l'anno" scriveva Enrico Marro tre giorni fa. Solo ieri, e dico ieri, 24 ore fa, l'aumento dell'Iva era radicalmente escluso, Libero scriveva

Non ci sarà l’aumento dell’Iva e neanche la patrimoniale sugli evasori. Alla fine le due opzioni della vigilia, pensate per fare cassa e scongiurare il contributo di solidarietà e i tagli eccessivi agli enti locali, sono state messe da parte. Troppo forti i veti incrociati sia del Popolo delle libertà sia del Carroccio

Oggi se ne riparla, con convinzione. Come vedete, la situazione è a dir poco fluida.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO