Esteri: il giro del mondo in tremila battute

Medio Oriente: Siria, cancellata la visita del leader della Lega Araba. “La Siria ha chiesto al Segretario Generale della Lega Araba Nabil Al Araby di posticipare la sua visita a Damasco a causa di circostanze al di fuori del nostro controllo”. E' quanto rilasciato ieri dall'agenzia di stampa ufficiale del regime siriano SANA.

Tradotta dal politichese, la dichiarazione ufficiale significa che le proteste e la relativa repressione da parte del regime stanno paralizzando il Paese.

Non c’era bisogno di questa dichiarazione per sapere che in Siria la situazione è al di fuori di ogni controllo: l’ONU stima che il bilancio delle vittime da febbraio sia ormai di 2.200 persone uccise. Secondo gruppi di oppositori siriani, come il Local Coordinating Committees of Syria (LCCS), la cifra supererebbe i 2800 morti dall'inizio dell'escalation delle rivolte lo scorso marzo.

Cifre, come abbiamo già scritto, difficili da verificare in modo indipendente, dal momento che il Governo siriano non consente ai giornalisti stranieri l’accesso all’interno dei propri confini.

La visita del Segretario della Lega Araba era finalizzata a consegnare al Presdiente siriano Assad un documento in tredici punti per trovare una soluzione alla profonda crisi del Paese.

Come riporta Al Jazeera, tra i punti della proposta rientra il ritiro dell’esercito dalle strade, il rilascio dei prigionieri incarcerati nel corso delle rivolte e l’avvio di un dialogo per riforme politiche e istituzionali. Nello specifico la Lega Araba chiede che vengano indette elezioni parlamentari entro la fine dell’anno ed elezioni presidenziali entro il 2014.

La visita era in programma per oggi, ma le autorità siriane hanno fatto sapere che verrà fissata una nuova data a breve.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO