Fiom, forzatura dopo lo sciopero generale: "Cgil ritiri firma accordo 28 giugno"

Dopo la buona riuscita dello sciopero generale della Cgil e le grandi manifestazioni nelle 100 piazze d’Italia, arriva subito la “forzatura” della Fiom.

Il comitato centrale del sindacato metalmeccanici Fiom ha votato a maggioranza (102 favorevoli, 27 contrari e 3 astenuti) un documento presentato dal segretario generale Maurizio Landini, sostenuto dalla segreteria e dalla componente che fa capo al presidente dell'assemblea Giorgio Cremaschi, con il quale si chiede alla Cgil di ritirare la firma sull'accordo interconfederale del 28 giungo su rappresentanza ed esigibilità dei contratti.

"Il ritiro della firma, che la Fiom chiede formalmente - ha commentato Cremaschi - sia il primo atto per dare continuità al successo dello sciopero generale della Cgil". Come volevasi dimostrare. Come sciupare un successo. Parafrasando Lenin: “un passo avanti, due passi indietro”. Ma anche, sempre attuale, “l’estremismo malattia infantile del comunismo”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO