Lavitola, Berlusconi, Avanti!: il segretario del Psi Nencini accusa ...

Una lettera, aperta e indignata, ai direttori di giornali e tv "perché
raccontino la verità sulla vicenda dell'Avanti". A scriverla Riccardo
Nencini, segretario nazionale del PSI, alla luce degli ultimi sviluppi
giudiziari che vedono al centro Valter Lavitola.

"Paghiamo colpe che non sono di nessuno dei nostri padri - scrive Nencini -
ma di un millantatore che ha pensato, mettendo una L ed un apostrofo, di
entrare nel pantheon dei direttori del più antico giornale della sinistra
italiana. Assieme a Costa, Nenni, Pertini, Lombardi. Fin dalla mia elezione
a segretario del PSI, nell'estate del 2008, ho lavorato con impegno per
restituire ai socialisti un pezzo importante della loro identità, riportando
in vita sia l'*Avanti! *(senza articolo, come è sempre stato, ed in edizione
settimanale) che Mondoperaio. In questo difficile percorso mi sono imbattuto
nel binario parallelo sul quale Lavitola e i suoi hanno scorrazzato per
quasi due decenni con scaltrezza e con una condotta da pirati
abbondantemente ripagata dal finanziamento pubblico all'editoria. Ne sono
esempio gli oltre due milioni e mezzo di euro ottenuti nel 2009. Continuerò
a lottare in ogni sede - conclude Nencini - e con ogni strumento a mia
disposizione perché venga resa verità e giustizia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO