Veritometro: Libero, l'aumento dell'Iva e la pressione fiscale









"Il governo aumenterà l'Iva per non alzare le tasse"




Libero-news.it, 6 settembre 2011



Scopri perchè dopo il salto

La crisi economica, la manovra "imposta dalla Bce", lo spread fuori controllo: tutto sembra cospirare per costringere Silvio Berlusconi e il suo governo a smettere i panni dei "liberali-che-vogliono-tagliare-le-tasse" e a venire a patti con la realtà.

Eppure, c'è chi a questa reputazione a lungo coltivata (più nelle parole che nei fatti, a ben vedere) proprio non vuole rinunciare: sto parlando del quotidiano vicino al centrodestra "Libero", che la settimana scorsa si è concesso una homepage a dir poco surreale (subito notata da Non leggere questo blog):


In realtà, come ha fatto notare Tito Boeri nella sua puntuale analisi di qualche giorno fa:

Prima del voto in aula, alla manovra sono stati aggiunti l’inasprimento dell'Iva e il contributo di solidarietà per i redditi superiori a 300 mila euro. Questo fa gravare ancora di più sul lato delle entrate l’aggiustamento: la pressione fiscale è destinata a salire di due punti di Pil, al 44,5 per cento; il peso delle entrate sul Prodotto interno lordo si avvicina pericolosamente al 50 per cento (48,7).

Insomma, conclude Boeri, "tasse finlandesi con servizi italiani" - come appare evidente dal grafico pubblicato da lavoce.info:


Cercare di far passare l'aumento di un'imposta per un'abile strategie per non aumentare le tasse? Una mission impossible che viene premiata con un veritometro di polisblog con la lancetta puntata sul falso.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO