Ue a Tremonti: la manovra economica non basta


Altro giorno di passione per le borse europee, altro giorno in cui sentiamo parlare di miliardi di euro bruciati, ennesimo lunedì in cui sentiamo dire che la manovra economica varata dal governo non basta e non basterà.

Situazione quasi comica non fosse profondamente tragica per il rischio che corre l'ex Belpaese di trovarsi in bancarotta: comica a livello politico, dove sono ormai anni che il premier - sempre lui si, Berlusconi - ci ripete che meglio di lui nessuno mai, e dall'altra tutto il resto del mondo che sottolinea che c'è un problema politico oltre che economico.

Alla festa dei giovani del Pdl - evidentemente strenui nella loro fede nel capo - Berlusconi ha ripetuto il mantra di quanto sia buono lui e cattivi tutti gli altri, ma proprio tutti, intanto registriamo l'ennesimo lunedì nero per l'Italia. Così si è espressa l'Ue attraverso il rapporto sulle finanze pubbliche 2011:


L'Italia deve essere pronta a prendere misure aggiuntive qualora le entrate derivanti dal fisco siano minori di quanto previsto, e se vi fossero difficoltà a tagliare la spesa come stabilito

Ovvero, un'altra manovra lacrime e sangue. Il paese si trova in una condizione quasi inedita e senza precedenti, stretto tra un governo completamente incapace che passa il tempo a difendersi dalle centinaia di accuse che spuntano nei confronti dei suoi membri - in primis il leader - e il rischio di essere schiacciato da quello che diventato un vero e proprio incubo: il mercato, le borse, le fluttuazioni, lo spread e chi più ne ha più ne metta.

Chi guiderà l'Italia fuori dalla tempesta?

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO