Ma quanti sono i processi di Berlusconi?

Ma quanti sono i processi di Berlusconi?

Siamo stati travolti da intercettazioni, scandali, dalla manovra di Ferragosto, dalla borsa che va male, da tutto. Per cui ci si perde: è difficile fare il punto, su quanti siano i processi aperti di Silvio Berlusconi. Sono tanti: e non in tutti è coinvolto come imputato. Ce ne sono anche alcuni in cui è "vittima", ma va detto che una certa ritrosia a presentarsi nei luoghi dove è amministrata la legge pure in quel caso non si attenua.

L'idea di fare il punto mi è venuta dopo aver visto questa infografica stamane su Repubblica, quella che vedete qui sopra. È ingrandibile, noi intanto facciamo un piccolo elenco.

    Processo Ruby: Silvio Berlusconi è imputato per prostituzione minorile e concussione aggravata. Sede: Milano. La parte di prostituzione minorile riguarda la presenza e gli eventuali rapporti sessuali con minorenni durante le feste ad Arcore. La parte di concussione aggravata si riferisce invece alle pressioni esercitate sulla Questura di Milano affinché rilasciasse Karima El Mahroug - in arte: Ruby Rubacuori - affidandola alla consigliere regionale Nicole Minetti.

    Processo Mills: la sede è sempre Milano. Berlusconi si è presentato stamane, è imputato per corruzione in atti giudiziari.

    Processo Mediatrade Milano: per Berlusconi le accuse sono due. Frode fiscale fino al 2009 e appropriazione indebita. Per quanto riguarda il secondo capo d'accusa, la cifra è 34 milioni di dollari per presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv fino al 2006.

    Processo Mediatrade Roma: l'inchiesta nasce da uno stralcio dell'inchiesta omonima milanese. Berlusconi è accusato di evasione fiscale e reati tributari proprio come a Milano.

    Processo Rai AgCom: il premier è imputato a Roma per abuso d'ufficio. Dobbiamo tornare un po' indietro nel tempo, al 2009, quando il Cavaliere desiderava ardentemente che Annozero, la trasmissione di Michele Santoro, chiudesse i battenti. Ricordate le pressioni che "Manco nello Zimbabwe?". Se la memoria vi fa difetto, noi ci scrivemmo questo.

    Diritti Mediaset: sede, Milano. Accuse per B.: frode fiscale e appropriazione indebita.

    Unipol: sempre a Milano, gli sviluppi sono recenti. Berlusconi è accusato di concorso in rivelazione di segreto d'ufficio. Ricorderete nel 2005, la celebre intercettazione Fassino-Consorte in cui il segretario DS si lasciava andare a un "abbiamo una banca". Secondo il gip "il file dell'intercettazione fu «un regalo ricevuto» da Berlusconi, «unico interessato alla pubblicazione della notizia riguardante un avversario politico... stante l'approssimarsi delle elezioni» (...) secondo gli esperti di flussi elettorali, la pubblicazione del colloquio Fassino-Consorte spostò numerosi voti alle elezioni del 2006 vinte dal centro-sinistra con un margine risicato", così scriveva il Sole24Ore qualche giorno fa. Questa è la tegola più recente caduta sulla testa del premier.

    Diffamazione aggravata: aggravata da cosa? Dall'uso del mezzo televisivo: la sede è Roma, Berlusconi è accusato di avere diffamato Legacoop mettendola in rapporto con la camorra in un'intervista del 3 febbraio 2006, si legge qualcosa in questo vecchio pezzo di Repubblica.

Ma ci sono anche un paio di processi in cui Berlusconi non è imputato. Ma "vittima", ovvero parte lesa.

    L'inchiesta di Napoli: vede coinvolto il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi come parte lesa: accusati di estorsione ai suoi danni sono Valter Lavitola, Gianpaolo Tarantini e la moglie Angela Devenuto.

    L'inchiesta di Bari: Berlusconi non è indagato per nulla, ma lo è Gianpaolo Tarantini. Dalle cui intercettazioni è uscito quanto abbiamo letto nelle ultime settimane.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO