Ore 12 - Camera, voto segreto "scontato" pro Milanese? O la giornata dei "franchi tiratori"?

altroIn politica, si sa, si dice una cosa per poi farne un’altra. A conti fatti, il voto segreto alla Camera dovrebbe “salvare” l’ex braccio destro di Tremonti Milanese.

Perché per il Pdl e la Lega il Governo viene prima di tutto e va blindato “a qualsiasi costo”, perché l’Udc voterà con la maggioranza contro l’arresto e perché anche nel Pd c’è chi non vuole passare fra i …”giustizialisti” e soprattutto non vuole far cadere il governo e tornarsene a casa.

Ma fra il dire e il fare, anche in questo caso, c’è di mezzo il mare. Sarà la giornata dei franchi tiratori? Vedremo fra poco, dopo le 12. Si rasenta il cinismo o si è semplicemente realisti se una volta tanto si considera oggettivamente “forte” la posizione di Berlusconi: “Nessuno sarà così stupido da segare il ramo su cui è seduto. Per cui arriveremo fino al 2013”. Già.

Intanto di fronte a Montecitorio il Popolo Viola sta organizzando una manifestazione incentrata sulle “monetine” di craxiana memoria. L’ultima frecciata avvelenata arriva dal politologo americano Luttwak: Berlusconi “bollito” Alfano “un servitore”, Veronica una “patriota inascoltata”.

Sull’altro fronte, Letta e Follini dicono “mai il Pd con Di Pietro”. Come dire, solita musica. Da una parte la maggioranza che trova sempre il modo di ricucire e rinserrare le fila, dall’altra le opposizioni sempre a strappare i pochi fili che li uniscono. Taca banda!

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO