Secondo Mariastella Gelmini c'è un tunnel fra il Cern e il Gran Sasso

Gelmini e il tunnel fra il Cern e il Gran Sasso

Mariastella Gelmini, con la sua dichiarazione a proposito della scoperta dei neutrini che viaggiano più veloci della luce, ha commesso uno di quelli che in gergo si definiscono epic fail. Una gaffe clamorosa.

Nella dichiarazione si legge:

Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.

Il tunnel, come si evince da una semplice ricerca su Google Maps (e come dovrebbe sapere chiunque conosca i rudimenti più elementari della geografia), dovrebbe essere dunque lungo almeno 900 chilometri e rotti e attraversare (730 in linea retta: è così che si muovono i neutrini), oltre alle Alpi, una fetta di Pianura Padana e poi tutta la dorsale appenninica per arrivare all'Aquila.

CernGranSasso

Nonostante la notizia abbia fatto il giro del web, la dichiarazione-comunicato che riportiamo nell'immagine continua a far bella mostra di sé sul sito ufficiale del Ministero, nella sezione dei Comunicati Stampa, senza alcuna rettifica.

Evitentemente al ministero sono stati tratti in inganno dal comunicato ufficiale del CERN, che ha osservato anomalie nel tempo di percorrenza dei neutrini dal CERN stesso ai laboratori del Gran Sasso. Solo che i neutrini non hanno bisogno di alcun tunnel per muoversi.

Stupisce, inoltre, l'eccessivo entusiasmo del nostro Ministro, se si considera che la serie di esperimenti dura da tre anni e che la comunità scientifica dovrà comunque effettuare nuove misurazioni e nuove sperimentazioni, giacché questa scoperta rimetterebbe in discussione la teoria della relatività di Einstein.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO