Berlusconi in festa da Putin, dipendenti pubblici in piazza in Italia

La Cgil l’ha detto e mantiene la promessa dando continuità alla lotta dopo lo sciopero generale del 6 settembre. Oggi a Roma c’è la manifestazione nazionale dei dipendenti pubblici Fp e Flc (“Pubblico è futuro”, questo lo slogan) contro il governo che si accanisce particolarmente su statali e insegnanti.

Partenza del corteo alle 14 da piazza della Repubblica, comizi finali in piazza del Popolo con intervento conclusivo della segretaria generale della Cgil Susanna Camusso.

Il governo, con il dimezzamento dei trasferimenti a Regioni ed enti locali, ha smantellato il welfare e colpo su colpo sta mandando ko l’intero settore pubblico.

Per i lavoratori, la mazzata è doppia. Basta ricordare le donne in pensione più tardi, gli stipendi bloccati, la liquidazione sospesa per due anni (finora erano tre mesi), il taglio di 63mila lavoratori non più rimpiazzati, il "licenziamento occulto" di 31 mila precari, la nuova sforbiciata del 50 per cento alle spese per il personale "che si tradurrà in altre 40mila persone lasciate a casa.

E ancora: 8 miliardi in meno per l'università, 1,5 per la scuola, precarietà dilagante tra gli insegnanti. Un docente con oltre vent'anni di servizio, per fare un esempio, perderà circa 9mila euro l'anno.

La Grecia dei 30mila statali licenziati è davvero vicina. E non solo.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO