Le grandi interviste di PolisBlog: Matteo Salvini



Milano ore 12. Arrivo sotto la sede della Lega, in via Bellerio, in pieno solleone; un caramba annoiato getta là uno sguardo ma a quanto pare nulla osta all'ingresso, e penetro indisturbato nella base operativa lumbard, dove per la verità regna un clima assolutamente informale. Una breve attesa, e il neo-onorevole Matteo Salvini (eletto alla Camera nella circoscrizione Lombardia 1) mi accoglie sorridente, invitandomi immediatamente a dargli del tu.

Nessuno sfarzo, nessun orpello, l'ufficio di Salvini sembra il mio, e l'intervista assume da subito i contorni di una chiacchierata fra vecchi amici. Il cellulare (silenzioso) squilla più volte ma il nostro deputato non risponde mai, preferendo rinviare ogni incombenza a fine intervista... e anche questo credetemi, non si vede spesso.

Matteo Salvini, 35 anni, milanese, già pupillo di Bossi e enfant prodige della Lega, come ti sei avvicinato alla politica?

A 17 anni frequentavo il liceo classico Manzoni, terreno fertile per la sinistra per la quale anch'io simpatizzavo...

...a chi lo dici, io ero del Beccaria (il liceo non l'istituto penale, NdG) però devo dire che ero di destra sparato...

...ecco appunto, quando un bel giorno mi imbatto nel manifesto "Sono lombardo, voto lombardo". Incuriosito, mi reco nella sede di quella famosa Lega razzista e xenofoba di cui si parlava, e scopro che non c'è nulla di vero. Il simbolo mi colpisce, le idee mi piacciono e mi butto.

E all'epoca delle elezioni del Parlamento del Nord ottieni il 5% a capo della corrente Comunisti Padani.

Proprio così. D'altronde certe tematiche sociali e comunitarie mi sono sempre appartenute, e anche l'autonomismo europeo si è spesso riconosciuto nella sinistra. Catalani, baschi, scozzesi...

Questo però ha causato non poche difficoltà al tentativo di unire i movimenti europei per le autonomie. La Lega è spesso stata guardata come un soggetto altro.

L'autonomismo si è spesso schierato da una certa parte per reazione alle politiche centrali dei governi cui si opponeva, ma anche qui le cose stanno cambiando.

Per associazione di idee veniamo sul terreno della ghettizzazione culturale della Lega. Tu hai partecipato a diverse trasmissioni televisive, tra cui il celebre confronto de La 7 con Moni Ovadia, la Raznovich, Spinelli (docente universitario di origine Rom, NdG). Una sorta di trappola radical-chic contro il povero leghista che viene dalla strada. Che aria tirava?

Sai, in certi ambienti il leghista è considerato un soggetto strano, con tare genetico-mentali, ma stiamo parlando di gente chiusa nel proprio mondo, che non ha idea di quel che succede sotto casa. Noi abbiamo un linguaggio diretto, e ci va pure bene che esistano i vari Santoro, Lerner e compagnia, perché alla fine la gente premia chi fa, non chi esprime concetti alti ma vuoti.

Chiunque legga la tua rubrica settimanale Arancini Padani può farsi un'idea del tuo atteggiamento caustico verso il palazzo, un po' come se ci arrivasse uno qualunque di noi. Ma com'è questa casta vista da vicino?

Di primo acchito ti girano le balle (testuale, NdG) nel senso che tocchi con mano gli sprechi generati da questo carrozzone, fatto di incredibili codazzi di giornalisti, portaborse e chi più ne ha più ne metta; in questo campo qualcosa si sta facendo (sempre troppo poco, NdG) per esempio a Milano abbiamo abolito le auto blu, e altro faremo. Anche sbraitare alla Grillo, d'altronde, è controproducente. Non si può chiedere che un parlamentare guadagni mille euro, è come istigarlo a rubare; invece bisogna pretendere che i politici lavorino e che la macchina dello stato funzioni.

Parliamo di federalismo. Credi che riuscirete a ottenerlo stavolta?

La lobby del non-cambiare è sempre forte, ma riuscirci è fondamentale.

Un tempo la Lega considerava il federalismo solo una tappa verso l'indipendenza. E' ancora così o adesso si può considerare un punto d'arrivo? Cosa pensi del partito autonomista di Lombardo?

Per adesso è un punto d'arrivo (stoccatina da fine politico, NdG); se poi funziona vedremo cosa succederà. Quanto a Lombardo, ricordiamoci che ha la propria base politica in una regione che trattiene il 95% delle imposte, ma quando in aula sarà il momento di votare sul federalismo avremo la prova del nove.

Una domanda scomoda. Sei libero di non rispondere. Berlusconi è tutt'altro che eterno e prima o poi toccherà porsi anche il problema della successione a Bossi. Come vedi lo scenario politico futuro in funzione di questi eventi? Un'alleanza tra AN e Lega senza un mediatore come il Cavaliere pare una bestemmia...

La vedo così. In questi 5 anni dobbiamo fare federalismo e riforme con Bossi e Berlusconi, dopodiché la Lega potrà sempre contare sui suoi 3 milioni di voti al nord, e chiunque voglia vincere le elezioni dovrà tenere conto della nostra forza. La Lega è il partito del nord, e chi ci sta ci sta.

Tu sei stato in Europa due anni. Il Parlamento europeo è davvero così inutile (in realtà la definizione era un po' più pesante, NdG) come sembra da fuori?

Sì. Completamente d'accordo. Se lo eliminano non se ne accorge nessuno.

E la famosa frase sullo sgombero della Bovisa che è rimbalzata da un blog all'altro? I topi sono più facili da debellare degli zingari?

Dopo lo sgombero una signora mi si è avvicinata lamentando che ora rimanevano i topi, e io le ho detto di tranquillizzarsi, che quelli sarebbero stato ben più facili da scacciare. Mi pare un dato oggettivo.

Per chiudere parliamo del tesseramento di Lubamba. Abile mossa propagandistica o casualità?

In realtà abbiamo moltissimi tesserati extracomunitari, che poi non è il caso di Lubamba che è italiana. Gli immigrati regolari onesti sono i più incazzati (stavolta lo riporto pari pari, NdG) verso i loro connazionali che delinquono perché alla fine ci vanno di mezzo loro. A dimostrazione di questo, non escludo che a breve avremo anche degli esponenti di nazionalità estera candidati tra le nostre file.

E qui finisce la nostra prima incursione in territorio lumbard. Appuntamento alla prossima intervista, probabilmente con un esponente della sinistra.

  • shares
  • Mail
73 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO