Manifestazione 15 ottobre - La diretta della Giornata internazionale della rabbia

Manifestazione 15 ottobre 2011 - Indignati - Giornata mondiale della rabbia

Il 15 ottobre 2011 è arrivato. E con lui è arrivata anche la manifestazione mondiale del 15 ottobre contro la crisi, contro le banche, contro il sistema capitalista: sta per iniziare in tutto il mondo. A Roma sono attese fra le 100 e le 200mila persone e secondo le agenzie la capitale è blindata. Gli orari e il percorso del corteo sono già stati definiti da tempo.

Ovviamente, per seguire in diretta la manifestazione, sarà molto più facile utilizzare il web che non la tv.

Seguire la manifestazione del 15 ottobre in diretta

RaiNews24, diretta da Corradino Mineo, copre la manifestazione con un live che, teoricamente, si dovrebbe poter seguire anche in streaming.

Una gallery fotografica mondiale racconta la giornata di protesta in tutto il mondo.

Su twitter sarà necessario districarsi fra l'hashtag 15ott per l'Italia e le tag live15O e 15oct per il movimento internazionale. C'è anche una lista Diretta 15 ottobre Roma, che include i tweet di svariati giornalisti e mediattivisti da Roma.

In radio, Radio Onda Rossa, Radio Città Aperta e Radio Popolare Roma seguiranno, naturalmente, gli eventi romani. I Wu Ming hanno messo a disposizione sul loro sito i tre streaming audio.

Sul sito 15october.net trovate un elenco di tutti gli eventi mondiali.

Per gli streaming video, invece: lo streaming video da Roma (in questo momento sugli studenti partiti dalla Sapienza)
OcupyItaly, su LiveStream, è lo streaming degli studenti partiti dalla Sapienza.
Sarà attivo anche lo streaming del Teatro Valle Occupato.
Naturalmente, ci saranno aggiornamenti in diretta anche su Indymedia.org.

Mario Draghi e i Draghi ribelli

Surreale l'esternazione di Mario Draghi:

Se siamo arrabbiati noi per la crisi, figuriamoci loro che sono giovani, che hanno venti o trent'anni e sono senza prospettive.

Surreale perché il movimento degli indignati - che in Italia ha anche una "frangia" che si è nominata "Draghi ribelli" -, vede proprio nelle banche - e dunque anche nella Banca Centrale Europea - e nei mercati la responsabilità della crisi. E non può certo considerare Draghi come un interlocutore.

La parola chiave black bloc



Intorno alle 15, mentre il corteo avanza, una macchina prende fuoco e una colonna di fumo si alza su una parte del corteo. Alcuni quotidiani online usano già la parola-chiave black bloc.

Dopo l'intervento dei vigili del fuoco, un'altra auto prende fuoco. E' il destino di questa manifestazione? Personalmente, non credo che episodi come questo possano cambiare la giornata di oggi: dai precari ai No Tav, dagli aquilani agli occupanti del teatro valle, in Italia. Gli "indignati" (un'etichetta bisogna pur usarla, per parlarne) vittime del disagio sociale di tutto il mondo ovunque.

Naturalmente, i media - come di consueto - si concentrano su questi episodi, che sono i più facilmente rappresentabili in una narrazione semplificata come quella del giornalismo contemporaneo, che vive di un flusso di informazioni e non si consente più il gusto per la lentezza dell'approfondimento.

All'interno del corteo si registra una reazione dei manifestanti cosiddetti "pacifici", che tentano di isolare un gruppo di manifestanti con caschi e volto coperto, una sorta di "rissa" interna, comunque piuttosto contenuta. Il resto del corteo, decisamente nutrito, prosegue in maniera assolutamente tranquilla.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO