Ore 12 - Pd, né carne né pesce. Sul palco del 5 novembre a Roma il sogno della sinistra Ue?

altroSulla manifestazione del Pd di sabato 5 novembre a Roma l’Unità titola: “Sul palco del 5 novembre il sogno della sinistra Ue”. Questo perché anche François Hollande, neo vincitore delle Primarie socialiste francesi e sfidante di Sarkozy per l'Eliseo, e il leader dell'Spd Sigmar Gabriel saranno sul palco della manifestazione del Pidì.

Commenta Pier Luigi Bersani: “Sono felice che da Roma possa essere figurata l'unione dei Progressisti europei che rappresentano l'alternativa in Europa”.

Sterzata a sinistra del Pd per ... "frenare" Beppe Grillo? ? Chissà che ne pensano Fioroni, Marini, Letta e Rosi Bindi. E’ vero che al Parlamento europeo il gruppo a cui aderisce il PD si chiama: "Alleanza progressista dei Socialisti e dei democratici". Ed è pure vero che Massimo D’Alema, oltre che Presidente della Fondazione di studi progressisti europei (Feps) è anche (e soprattutto) vice presidente dell’Internazionale socialista.

Ma forse, (anche Bersani?) si sono già scordati di ciò che il lider Maximo ha sostenuto pochi giorni fa, un vero e proprio colpo di spugna contro il socialismo democratico e la socialdemocrazia: “Una nuova stagione progressista non sara’ piu’ secondo i modelli classici della social democrazia e che l’Internazionale socialista riflette un mondo che non c’e’ piu perchè le grandi forze progressiste al governo non hanno matrice socialista”.


Tant’è che il segretario del Psi Riccardo Nemcini lo ha subito “bollato”: "Le organizzazioni politiche alle quali aderiscono i partiti socialisti dell'Europa e del mondo non sono nè passate nè obsolete.In esse trovano spazio e ragione d'essere i valori e il pensiero socialista liberale e riformista e restano il ceppo attorno a cui si possono costruire nuove esperienze di governo."

In effetti che Massimo D'Alema parli di sciogliere una organizzazione, l'Internazionale Socialista, di cui è vicepresidente, può sconcertare. 
In realtà è solo l'aggiornamento della ricerca della cosiddetta "terza via" tra capitalismo e socialdemocrazia di berlingueriana memoria. Qual'è la via del Pd? La sostanza resta l’assenza di identità del Pd, che ancora non sa cos’è, cosa vuole, con chi sta. Ecco perché Berlusconi, scocciolato, sta ancora in sella.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO