Lega e pensioni, tutto come nel 1994?

Sembra non siano passati poi tanti anni dal 1994: il centro destra è sempre al governo e il governo stesso sta per cadere - ma cade o non cade? Io dico di no - per le pensioni, e a farlo cadere c'è sempre la Lega Nord. Certo, nel 1994 era diverso, Silvio Berlusconi era fresco e politicamente ingenuo: fu a capo del brevissimo Berlusconi I, durato pochi mesi. Umberto Bossi era lanciatissimo, il Senatur in canottiera era vigoroso, giovane, forte, ora è l'ombra del leader che si faceva fotografare al Piccolo Pevero in Sardegna.

E oggi, 2011, è tutto di nuovo in bilico. Ieri sono uscite voci sull'ormai mitologico Decreto Sviluppo - dodici condoni, tra le chicche presenti: e se passa Tremonti che fa? - ma è oggi che ci sarà un nuovo Consiglio dei Ministri straordinario dopo quello di lunedì. Speriamo che esca qualcosa, anche perché non c'è scelta.

O mercoledì, o mercoledì: già essersi presentati a mani vuote al Consiglio Europeo ha portato domenica alla storica risata in faccia di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy - risata in faccia a Berlusconi, non all'Italia: è bene ricordarlo - speriamo di non replicare. Tanto vale in attesa degli sviluppi che vedremo nelle prossime ore di chiedervelo direttamente: il Governo cade o no?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO