Goldman Sachs, Mario Monti e il Governo dell'Italia

Mario Monti Goldman Sachs

Mario Monti è International Advisor di Goldman Sachs (per inciso, è anche parte della consiglio d'amministrazione advisory board di Coca Cola Company(*), il nuovo supereroe buono dell'Italia intera). Goldman Sachs, per chi non lo sapesse, è una delle più grandi banche d'affari del mondo, ovvero un istituto bancario che, a differenza delle banche commerciali, non permette depositi ma offre servizi e specula con elevato rischio [definizione neutra tratta da Wikipedia]. Ha speculato abbondantemente sulla crisi dei mutui subprime (come scrive il Time) e ha investito nel debito della Grecia, aiutando il governo greco a mascherare le reali condizioni del proprio debito pubblico (lo scrive Spiegel) e ha speculato abbondantemente sul debito greco.

La Goldman Sachs, nel 2010, è stata anche incriminata dalla SEC (il Securities and Exchange Commission, ente statunitense per la vigilanza della borsa) per frode e truffa ai danni dei propri clienti.

Questo è lo scenario di partenza. Ora, mettiamo insieme un altro paio di fatti e "rumors".
Primo fatto: Goldman Sachs stima che lo spread andrebbe a 350 in caso di governo tecnico;
secondo fatto: Mario Monti viene nominato Senatore a vita e si parla ormai con insistenza del Governo Monti prossimo venturo;
primo (e unico) rumor, proveniente da fonte molto accreditata: secondo Milano Finanza, «sui mercati si e' diffusa la voce che sia stata Goldman Sachs a innescare l'ondata di vendite di Btp, poi seguita dagli hedge fund e dalle altre banche d'oltreoceano»
terzo fatto: la vendita a cascata di Btp ha portato lo spread a valori inauditi ieri;
quarto fatto: dopo la nomina di Monti e le prime voci sul suo governo, lo spread torna a scendere. Si dice, in gergo, che «i mercati hanno reagito bene».

Mettendo insieme i quattro fatti, il rumor, lo scenario di partenza si ha il quadro - affatto complottistico - di un'accurata e credibilissima operazione finanziaria ad alto rischio. Che ha, oltre ai vantaggi a breve termine della speculazione, anche un vantaggio politico. Quello di portare un uomo Goldman Sachs al Governo dell'Italia. Come dire che l'alta finanza non si accontenta più di speculare economicamente. Vuole anche poter speculare politicamente, in maniera palese e senza più bisogno di nascondersi. Naturalmente, è il Governo Berlusconi che ci ha consegnati a tutto questo.

(*) i membri dell'advisory board di una company, a differenza degli altri dirigenti, non votano.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO