No all'Europa dei banchieri; ok, ma sì a cosa?


Visto che oggi è sabato e una durissima settimana politica sta finalmente per giungere a conclusione, ne approfittiamo per rilanciare un dibattito sul futuro dell'Europa. I protestatari di piazza, draghi ribelli e compagnia, che ieri hanno assalito diverse sedi istituzionali e di potere si muovono al grido di "No all'Europa dei banchieri". Un'opinione senz'altro condivisibile visti i danni che le banche hanno creato al sistema.

Però come sempre non basta dire no, bisogna anche portare una proposta. E non basta nemmeno protestare tanto per fare casino e quando si chiede qual è l'alternativa, rispondere: "Be' non sta a me proporla, io non me ne intendo". Ogni protesta è nulla senza una proposta.

E allora proviamo ad aprire un dibattito sul da farsi. Su come si possa davvero cambiare un sistema che certo nell'ultimo decennio ha funzionato poco, e chi possa governare le istituzioni europee in modo da rivoluzionare le cose. No ai banchieri, ok. Ma sì a chi e a che cosa?

Chissà mai che non salti fuori qualche idea interessante.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO