Reintroduzione ICI governo Monti: come, quanto, e chi pagherà

tabella reintroduzione ici cgia mestreUn pomeriggio dedicato all'approfondimento fiscale: dopo la patrimoniale ipotizzata in questi giorni, passiamo a parlare della ventilata reintroduzione dell'ICI da parte del governo Monti. Prima di tutto, che cos'è l'ICI? Acronimo di Imposta Comunale sugli Immobili, fu introdotta nel 1992 proprio dal governo di Giuliano Amato. Sono passati vent'anni, ma i nomi in gioco cambiano poco.

L'imposta ha da sempre avuto una aliquota fissa stabilita ogni anno dal Comune, che godeva poi del gettito derivante dalla tassazione. I comuni hanno sempre avuto mano piuttosto libera nel fissare l'aliquota, tenendo però una forbice che andava dal 4x1000 al 7x1000. L'ICI sulla prima casa fu poi abolita nel 2008, con prevedibili, disastrose conseguenze per gli enti locali: quella dell'ICI fu una delle promesse mantenute dal governo Berlusconi, mantenuta a spese altrui.

I calcoli per ottenere la cifra erano e sono piuttosto complicati da fare: se volete farli, il sito dell'ANCI vi offre tutti i dati necessari. Ma quanto entrerebbe nelle casse dello Stato oggi se si reintroducesse l'ICI? Si dice - lo spiegava Giulio Tremonti - che la reintroduzione dell'ICI sulla prima casa porterebbe a un introito di 3,5 miliardi di euro, ma non è ben chiaro - siamo pur sempre nel campo delle ipotesi, esattamente come nel caso della imposta patrimoniale 2011 - se il ritorno dell'ICI sarebbe nelle stesse forme in cui era stato abolito.

Oppure se ci sia qualcosa di vero nel "modello francese" cui Monti, secondo qualcuno, si sta ispirando. Il "modello francese" prevede che sia i proprietari che gli occupanti dell'immobile paghino due differenti imposte, spiega Panorama: "la Taxe Foncière, che grava sui proprietari e la Taxe d’habitation, pagata da chi occupa l’immobile a qualsiasi titolo". Vedremo se ci sarà qualcosa di vero. La CGIA di Mestre ha spiegato - anche nella tabella che vedete in alto - che "Se, come suggerisce la Banca d’Italia si reintroducesse l’Ici, i proprietari della prima casa pagherebbero, secondo la stima fatta dalla CGIA di Mestre, 2,8 miliardi di euro in più all’anno".

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO