Monza, la leghista Giovacchini: immigrati annegati? Non mangiate il tonno

Anna Giulia Giovacchini, animalista convinta, ma con scarso rispetto per gli esseri umani.

Un'altra leghista sale al disonore della cronaca per una frase scritta su Facebook. Dopo l'infelicissima uscita di Dolores Valandro contro il ministro Kyenge della settimana scorsa, ecco la candidata non eletta di Monza Anna Giulia Giovacchini che fa parlare di sé per questa frase:

"Quindi, le gabbie dei tonni non solo uccidono i poveri pesci, ma danneggiano direttamente anche gli italiani, vegetariani o onnivori. Un motivo in più per non mangiare tonno"

Letta così sembrerebbe una frase di un'animalista, quale la Giovacchini effettivamente è, senza intenti offensivi, il problema è che il commento è riferito agli immigrati che sono annegati nel Canale di Sicilia nei giorni scorsi e che avevano tentato di salvarsi aggrappandosi alle gabbie usate per la pesca dei tonni e dunque colpevoli di "danneggiare" in qualche modo gli italiani che mangiano quel tonno.

Insomma, "poveri pesci", ma non poveri quegli esseri umani che hanno perso la vita. La Giovacchini, come detto, si era candidata con la Lega Nord senza essere eletta, ma rivestiva a titolo gratuito presso il Comune di Monza la funziona di referente per la tutela degli animali, incarico dal quale è stata prontamente sollevata dal sindaco Roberto Scanagatti, mentre il consigliere Paolo Piffer della lista CambiaMonza ha commentato dicendo che su Internet ognuno può scriver ciò che vuole, ma poi se ne deve assumere le responsabilità. Scanagatti ha rincarato la dose dicendo che quando ha visto il post della Giovacchini non ha avuto dubbi e le ha subito tolto l'incarico perché chi esprime concetti del genere non può ricoprire alcun ruolo nella sua amministrazione.
L'avvocato Giorgio Bisagna del Foro di Palermo vuole denunciarla per istigazione all'odio razziale.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO