Giovanni Paolo II sarà santo: ma qual è il secondo miracolo?

250 i miracoli attribuiti a Karol Wojtyla. Ma forse quello vero è l'aver reso i Papa Boys che cantavano "santo subito" una lobby a cui le gerarchie vaticane hanno obbedito in tempi record.

Il 20 ottobre o giù di lì Papa Giovanni Paolo II, Karol Wojtyla, sarà proclamato santo otto anni dopo il suo decesso. La Congregazione per le Cause dei Santi ha approvato anche il secondo miracolo, ma ancora nessuno sa quale sia, questo miracolo. Sulla questione si stanno sbizzarrendo i vaticanisti di tutto il mondo, alle prese con mille guarigioni impossibili ai quattro angoli del pianeta che sono state in un modo o nell'altro ricondotte a Papa Wojtyla.

Attendiamo l'arrivo dei bookmakers: si accettano puntate per scoprire qual è il secondo miracolo accertato, un "vero miracolo", che permetterà al defunto pontefice di elevarsi dalla carica di "semplice" beato fino al ben più ambito rango di santo. D'altra parte le gerarchie vaticane non avevano molta scelta: la folla ha deciso che, miracoli o non miracoli, Wojtyla sarebbe dovuto diventare "santo subito". E loro hanno obbedito, derogando immediatamente ai tempi previsti per la beatificazione (si dovrebbero aspettare 5 anni), avvenuta in tempi record.

Ma ogni record che si rispetti, soprattutto quando si parla di fuoriclasse, vale solo fino a quando non viene infranto. Wojtyla dovrebbe farcela, arrivando al rango di Santo in soli 8 anni. Del suo primo miracolo si sa tutto, venne ufficialmente riconosciuto da Papa Ratzinger nel maggio 2011: la guarigione dal morbo di Parkinson di suor Marie Simon Pierre Normand avvenuta grazie all'intercessione di Papa Giovanni Paolo II. Secondo la testimonanzia della suora, la guarigione dal morbo da cui era affetta dal 2001 avvenne nella sera del 2 giugno 2005, a due mesi esatti dalla scomparsa di Wojtyla, grazie all'apparizione del Papa in sogno.

Anni di indagini hanno potuto accertare che questo miracolo è vero, dubbi non ve ne possono essere. Mentre il mistero sul secondo miracolo rimane fitto: quando, dove e come è stato compiuto? Fino a oggi l'ipotesi più accreditata riguardava la guarigione di un bambino polacco. Il piccolo, immobilizzato sulla sedia a rotelle da un tumore ai reni, ha ripreso a camminare dopo aver visitato la tomba di Giovanni Paolo II nelle Grotte vaticane, come testimoniato dall’arcivescovo di Cracovia, Stanislao Dziwisz.

Possiamo immaginare file chilometriche alla tomba, da quando questa voce ha cominciato a girare. Ma per il momento niente, il presunto miracolo è rimasto circoscritto al bimbo polacco. Negli ultimi giorni, però, ha preso a girare una nuova indiscrezione: ma quale bimbo polacco! Il veramente vero miracolo riguarda una donna del Costa Rica, colpita da una grave lesione cerebrale. La donna si sarebbe rivolta in preghiera al papa polacco per la propria guarigione, ottenendola.

Se questo vi sembra già tanto, allora considerate che il miracolo è addirittura un "doppio miracolo". Perché? Per la ragione che l'opera pia di Giovanni Paolo II non solo ha guarito la donna, ma anche portato alla conversione quei miscredenti dei suoi familiari. Non vi basta? Allora sappiate che il tutto è avvenuto il 1° maggio del 2011, giorno della beatificazione di Papa Wojtyla, che evidentemente voleva festeggiare la cosa.

Ma la fame di miracoli è insaziabile, visto che sono addirittura 251 (forse 252 con quello del Costa Rica) i miracoli attribuiti a Giovanni Paolo II, tra cui un un uomo salvato a Cleveland, negli Stati Uniti, da una grave ferita da arma da fuoco alla testa; una donna che riapre gli occhi dopo essere stata dichiarata morta e quello, addirittura compiuto quando era ancora in vita, della guarigione di un bambino del nord Italia affetto da una grave forma di deficienza immunitaria. Guarigione avvenuta dopo che il bambino e la famiglia hanno incontrato il Papa.

Saranno veri? Saranno miracoli attribuitigli da fanatici? O mitomani in cerca di fama? Fatto sta che la statistica sta dalla parte di Wojtyla: è sufficiente che lo 0,4% dei miracoli che gli vengono attribuiti sia vero e la sua santificazione sarà legittimata. Se non bastasse il miracolo di aver reso i Papa Boys che cantavano "santo subito" una lobby in grado di fare pressioni sulle potentissime congregazioni vaticane che di queste cose devono decidere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO