Caso Idem, il ministro si difende: «Non mi dimetto, pagherò quanto dovuto»

E nega di aver preso la residenza in una palestra


Dopo aver evitato le domande e aver riflettuto sulle dimissioni, Josefa Idem decide di difendersi, e lo fa con un'intervista (piuttosto compiacente, a dire il vero) con Concita De Gregorio su Repubblica, per dire che non ha intenzione di dimettersi, che non era a conoscenza di nessuna irregolarità in quello che ha fatto, e di essere pronta a pagare se dovesse emergere qualche illecito.

La vicenda è quella della casa in cui il ministro delle Pari Opportunità è risultata residente dal 2008 al 2011 (quindi senza pagare l'Ici), una casa diversa da quella in cui abitava il resto della famiglia, e soprattutto in cui risulta esserci una palestra data in concessione a una società sportiva amatoriale.

La campionessa olimpica spiega che quella non era una palestra ma casa sua a tutti gli effetti, una casa in cui ha abitato tutta la famiglia finché nel 2007 non è stata costruita la nuova abitazione. Lei però ha continuato a mantenere la residenza nella vecchia casa perché "ho continuato ad usare la vecchia casa sia come palestra che, in alcune occasioni, come ‘casa mia’", spiega. Niente di irregolare quindi, anche se sussiste il sospetto che la "doppia prima casa" della famiglia servisse anche a non pagare l'Ici. E per la palestra? Anche qui il ministro è chiaro:

Nella mia casa c’è sempre stata una palestra come in quella di un professo- re c’è una biblioteca

Già, peccato che per entrare nella biblioteca di un professore non ci sia bisogno di pagare. Infatti la palestra di casa Idem veniva utilizzata, dal 2007, da una società sportiva amatoriale a cui il marito-allenatore della medaglia d'oro olimpica aveva affidato la gestione delle attrezzature.

La denuncia di irregolarità è emersa in consiglio co- munale, a Ravenna, solo dopo che sono diventata ministro. Lo capisco, è una battaglia e si usa ogni mezzo. Ma se mi fossi resa conto prima che qualcosa non andava sarei intervenuta prima. Anco- ra l’altro giorno, a mia precisa doman- da, il commercialista ha risposto che era tutto a posto.

Quindi niente dimissioni, anche se ammette di "averci riflettuto". E nega che il premier Letta le abbia chiesto un passo indietro, come si era scritto ieri. Anzi, l'ha difesa pubblicamente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO